mobilitazione Cgil, Cisl e Uil

Commercio, sciopero prenatalizio dei lavoratori dei supermercati

#FuoriTutti: le motivazioni spiegate ai cittadini

scioperoLATINA – “Uno sciopero, quello di domani 19 dicembre, che vuole mettere al centro anche la condizione più generale di chi lavora in un settore che ha vissuto una fase di difficoltà e di cambiamenti, per la crisi dei consumi e per scelte legislative”  lo affermano i rappresentanti sindacali Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil alla vigilia della manifestazione nazionale a Milano dei lavoratori del commercio.

Domani è di nuovo #FuoriTutti. Nel week end che precede il Natale, i lavoratori del commercio incroceranno le braccia. Dopo l’importante mobilitazione del 7 novembre, “non ci sono stati segnali di apertura delle controparti, rimaste sulle rispettive posizioni: proposte che mirano esclusivamente a ridurre il costo del lavoro intervenendo su alcuni istituti fondamentali e moderando l’aumento salariale”, spiegano i sindacati.

“Uno sciopero, quello di domani che vuole mettere al centro anche la condizione più generale di chi lavora in un settore che ha vissuto una fase di difficoltà e di cambiamenti, per la crisi dei consumi e per scelte legislative – come quella che ha portato alla liberalizzazione delle aperture 365 giorni l’anno” è quanto afferma in una nota la Segreteria della Cgil di Frosinone-Latina. “Situazioni che hanno inciso negativamente sulle lavoratrici ed i lavoratori: le crisi aziendali sono state e sono ancora supportate con il ricorso agli ammortizzatori sociali, e le liberalizzazioni continuano a determinare un peggioramento delle condizioni di lavoro e di vita delle persone”.
In questa scenario, che ha reso sempre più centrale il problema della competitività le imprese, in particolare della Grande Distribuzione, sono intervenute chiedendo o imponendo ai lavoratori arretramenti con revisioni della contrattazione e disdette dei contratti integrativi aziendali per agire sul recupero dei costi.

“Proprio mentre si invoca la libertà del mercato al sempre aperto” dichiara Giovanni Gioia Segretario Generale della Filcams Cgil di Frosinone Latina “tra i primi obiettivi viene posto quello di ridurre il riconoscimento economico per le prestazioni domenicali dei lavoratori attraverso una complessiva rimessa in discussione della contrattazione integrativa. Con lo sciopero vogliamo ribadire la contrarietà ai tentativi di destrutturare il Contratto peggiorando le condizioni delle lavoratrici e lavoratori e vogliamo invece riaffermare il valore, la dignità e il ruolo centrale del contratto nazionale.”

In questi giorni le organizzazioni territoriali , le delegate e i delegati, sono impegnati nelle assemblee dei lavoratori, nei presidi e nei volantinaggi per sensibilizzare anche la clientela a esprimere solidarietà all’iniziativa e comprenderne le motivazioni.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto