in piazza del popolo

Il Comune controlla gli spazi concessi alle associazioni: sfratto per chi non è in regola

Commissari e uffici al lavoro per verificare l'esistenza dei titoli e il pagamento dei canoni

Panoramica Piazza del PopoloLATINA – Prima che tornino i politici alla guida dell’amministrazione comunale di Latina saranno riscritte le regole e sistemate le posizioni di chi, magari grazie ad amicizie, ha beneficiato di spazi e locali pubblici preclusi ad altri. Tutti quelli in regola ovviamente resteranno dove sono. Non solo impianti sportivi dunque nel mirino dei commissari prefettizi, ma anche tutti i locali di proprietà dell’amministrazione saranno controllati per capire chi e a che titolo vi risieda.

Dal caso-limite, ormai risolto delle case per i papà separati in Via Scipione l’Africano che, arredate di tutto punto sono finite nelle mani di persone che non ne avevano diritto, ha preso le mosse l’idea di svolgere controlli approfonditi anche su altri immobili. Il rapporto si chiuderà anche per chi avendo i requisiti non sia in regola con il pagamento dei canoni previsti dalla relativa convenzione con l’ente. Il regolamento per la concessione (con bando) di locali pubblici, molti dei quali si trovano all’interno delle scuole, sarà inoltre riscritto.

E’ la fotocopia dell’operazione Francioni, quella con cui si sta tentando da mesi di mettere ordine nei rapporti tra Amministrazione e Us Latina Calcio per l’utilizzo dello stadio, ma anche degli altri impianti sportivi in cui si allena la squadra. Non solo la convenzione era scaduta e non era stata rinnovata, ma il canone previsto non veniva versato e le utenze venivano addebitate alle casse comunali. Il 24 febbraio il presidente della società sportiva che milita in serie B, Pasquale Maietta dovrà firmare davanti ad un notaio il nuovo atto di convenzione con il Comune.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto