festa della donna

Alle donne dico: “Siamo coraggiose per natura, aiutiamoci l’una con l’altra”

La storia di Antonietta Parisi per festeggiare l'8 marzo: "La strada me l'ha indicata Daniele"

Antonietta Parisi con l'amica giornalista Roberta Colazingari

Antonietta Parisi con l’amica giornalista Roberta Colazingari

LATINA – “La strada me l’ha indicata Daniele con la sua sofferenza”. E’ la strada che porta tutti i giorni Antonietta Parisi fra la gente, a raccogliere fondi da impiegare in cause benefiche, come le apparecchiature arrivate oggi all’ospedale Goretti di Latina, non certo le prime. Parliamo spesso di lei, per sostenerne gli obiettivi: raccogliere fondi per borse di studio e macchinari ospedalieri, all’inizio come attivista dell’Anlaids poi con la sua associazione “In ricordo di Daniele Onlus”.

antonietta e damieleLA STORIA – Oggi però la vogliamo raccontare tutta la sua storia, cominciata quando decise di adottare un bambino per scoprire, solo un mese più tardi, che era positivo all’Hiv (è figlio naturale di una tossicodipendente). Daniele morirà pochi mesi dopo aver compiuto i 15 anni, diventando il caso di maggiore longevità tra i bambini con Aids conclamata.

“Quando ho saputo che era malato ho raccolto tutte le mie forze e ho combattuto con lui, senza mai farlo sentire solo. Oggi, dopo 17 anni, lo ricordo con la mia attività di volontaria e grazie alla generosità di tanti che mi aiutano Io sono solo il mezzo”.

Alle donne per l’8 marzo dico: “Noi siamo coraggiose e forti per natura, aiutiamoci e sosteniamoci l’una con l’altra. Io sono sempre pronta a farlo”.

Ne abbiamo parlato su Radio Luna in Qui Latina

 Oggi (8 marzo 2016) alle 14 Antonietta Parisi sarà ospite su Rai Tre.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto