IN QUESTURA

Il ritorno di Tatarelli: “Trovo una Latina più consapevole ma ora occorre metterci la faccia”

L'investigatore torna da Scampia come Vicario del Questore e sprona subito i cittadini

tatarelli e e matteisLATINA  – “Scampia non è solo Gomorra, la società buona è molto attiva”. Cristiano Tatarelli è tornato a Latina dal quartiere di Napoli dove ha guidato uno dei commissariati di Polizia più difficili d’Italia. Un’esperienza importante che gli consente di vedere le cose con occhi diversi.

Oggi, l’investigatore cinquantenne originario di Lenola e con una passione giovanile per il Latino, si è insediato in Questura come Vicario del Questore Giuseppe De Matteis che lo ha voluto accanto a sé. Un ritorno, dopo gli anni alla Squadra Mobile che lo hanno visto in campo in piena guerra criminale contro il clan Di Silvio Ciarelli.

“Ho trovato una città più consapevole dell’esistenza della criminalità e più vicina alle forze dell’ordine e alle istituzioni – ha detto ai giornalisti – ma ora occorre fare un passo ulteriore: denunciare e metterci la faccia”.

ASCOLTA

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto