la risposta

Latina, vandali in Via Tasso, i volontari di Lbc ripuliscono la scuola a tempo di record

Cancellate le scritte offensive da vetri muri nel plesso guidato la consigliere comunale di maggioranza Nino Leotta

[flagallery gid=602]

LATINA – E’ stata ripulita questa mattina e a tempo di record la scuola di Via Tasso imbrattata ieri da vandali che hanno tracciato su vetri e muri simboli e scritte offensive e svastiche e altro. Il consigliere comunale Nino Leotta, che dirige l’istituto comprensivo, ha radunato un gruppo di attivisti del Movimento Latina Bene Comune di cui fa parte e a poche ore dai fatti ha preso il via l’operazione pulizia. All’iniziativa ha partecipato anche il sindaco Damiano Coletta contro cui era rivolta una delle frasi offensive.

Solventi, pennelli, qualche barattolo  di  vernice per coprire le scritte e l’edificio è tornato nuovo. Resta la gravità del gesto che ha colpito un luogo in cui bambini e ragazzi che si affacciano alla vita, vanno ad imparare non solo a leggere e a scrivere, ma  – si spera – anche a diventare adulti consapevoli e capaci di esprimere civilmente le proprie opinioni, e a rispettare le cose comuni. Per loro quelle scritte sarebbero state un pessimo esempio.

L’attività di questa mattina ha cancellato gli esiti dell’atto vandalico, ma non la responsabilità di chi lo ha compiuto. Trovarlo è compito della polizia che sta svolgendo le indagini.

1 Commento

1 Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto