la scelta in discontinuità

Latina calcio, è fallimento pilotato. Il Presidente Mancini: “Soluzione migliore per salvaguardare il Club”

La conferenza stampa al Francioni. "Stop di qualche giorno per pagare gli stipendi". Vivarini preoccupato, tifosi assenti

LATINA –  Il futuro del Latina sembra scritto: un fallimento pilotato come era accaduto tre anni fa a Bari grazie alle norme federali interne. L’Unione Sportiva Latina Calcio in sede di sezione fallimentare del Tribunale di Fabio Filzi ha aderito all’istanza di fallimento richiesta dai pm Luigia Spinelli e Claudio De Lazzaro e ha chiesto l’esercizio provvisorio, la Procura non si è opposta, ma la riserva dovrà essere sciolta dal giudice Linda Vaccarella che ha l’ultima parola.

L’udienza è iniziata alle 9 ed è terminata poco prima delle 11, in aula erano presenti anche gli avvocati che assistono l’ex presidente Antonio Aprile. La strada del futuro del Latina è segnata da una serie di scadenze: entro il 27 febbraio dovrà essere presentato un piano per dimostrare la solidità della compagine sportiva e che dovrà essere valutato dal magistrato, poi dopo la dichiarazione di fallimento il titolo sarà acquistato all’asta. Questa mattina inoltre la nuova proprietà ha presentato una relazione sugli ultimi movimenti del mercato di gennaio che ha permesso al club di incassare oltre un milione e mezzo di euro ottenendo un netto risparmio.

In una conferenza tenutasi nella sala stampa dello stadio Francioni, il presidente Benedetto Mancini ha anche spiegato che gli stipendi ai giocatori saranno pagati, ma non oggi, giorno della scadenza. Dovranno attendere qualche giorno e ha aggiunto che per questo si aspetta due punti di penalizzazione.

Preoccupato della classifica e del match in programma domani  in casa contro il Novara, Mister Vivarini che ha lanciato un appello alla città: “Conto ancora una volta sul sostegno del pubblico”. Ma il tifo organizzato non si è visto né in Tribunale, né in conferenza stampa.

1 Commento

1 Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto