vignette social

Profs, la scuola raccontata a fumetti tra ossimori termici e autoironia. Su Facebook il diario di un docente del Liceo Manzoni di Latina

Il professor Bruno Di Marco: "Sulla pagina Profs elaboro il quotidiano, scherzo sui ragazzi e comprendo meglio anche i miei limiti"

[flagallery gid=709]

LATINA – Un diario fatto di vignette per raccontare e sopratutto rielaborare quello che accade a scuola dove tante persone di svariate età, certamente molto diverse fra loro, condividono per ore lo stesso spazio, un’unica stanza tutto sommato piccola, che non ha però un orizzonte angusto, e al contrario è un paesaggio che cambia continuamente. L’idea è venuta al professor Bruno Di Marco, docente del liceo psicopedagogico Manzoni di Latina, che ha aperto una pagina Facebook dall’eloquente titolo “Profs” e  ha pubblicato oltre 500 ritratti di altrettanti momenti vissuti  a scuola. 4500 sono i “like” totalizzati fino ad ora.

“Racconto i ragazzi, spero in modo amabile, e spesso mi censuro, temendo di offenderli. Li racconto con ironia e, disegnando loro, prendo in giro anche me stesso e i miei colleghi”, spiega il prof che descrive a matita “ansie, tensioni e il vasto repertorio emotivo” che la scuola porta con sé.

Le ore di lezione, l’energizzante slang parlato dai ragazzi, qualche strafalcione degno di passare alla storia, le interrogazioni e l’abitudine di dileguarsi dall’aula con le scuse più improbabili, sono tra i soggetti preferiti. E poi c’è l’abbigliamento di cui il paradigma è la vignetta sull’ossimoro termico: una ragazza coperta da chili di lana, cappello e sciarpa, ma con le caviglie nude. “E’ cronaca fedele che non poteva non essere raccontata e tramandata ai posteri”. Le vignette risulteranno molto familiari a chi la scuola la vive tutti i giorni. Gli altri entreranno facilmente nel tema.

“Scherzare sui ruoli  – dice Di Marco – ci aiuta ad avvicinarci ai ragazzi, e a me ha consentito di vedere meglio i miei difetti”.

Su Radio Luna il professor Bruno Di Marco

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto