Zanzara tigre, via alla bonifica di Latina Scalo dove si è avuto il primo caso accertato

Sospesa anche la raccolta Avis di domenica. La Regione Lazio aggiorna il bollettino: 20 nuovi casi, 19 ad Anzio e uno a Latina

Il direttore Parrocchia con il sindaco Coletta e il commissario della Asl Casati nelle corsie del Goretti

LATINA – Verrà effettuata nell’arco di cinque giorni a partire da domani, sabato 16 settembre, la disinfestazione straordinaria (larvicida e adulticida) dopo il primo caso di infezione da chikungunya registrato nei giorni scorsi a Latina Scalo. L’intervento dunque riguarderà la frazione. Un secondo caso di infezione accertato riguarda invece un paziente ricoverato al Goretti ma proveniente da Anzio. Ci sono poi altri due casi da accertare.

LA DISINFESTAZIONE – Gli interventi copriranno un’area di 500 metri – spiega il Comune –  da via del Noce e dalla sede dell’Istituto comprensivo Aldo Manuzio e saranno eseguiti tutti i giorni fino a mercoledì 20 settembre tra le 18.00 e le 20.00 (trattamento larvicida) e tra le 21.00 e le 24.00 (adulticida). “I proprietari dei giardini privati della zona interessata  – scrive il Comune – sono invitati ad agevolare l’ingresso del personale qualificato ed identificato perché il servizio di disinfestazione venga effettuato anche nell’area privata. In caso di pioggia gli interventi saranno rimandati.

AVIS CAUTO  – Proprio a causa del caso accertato registrato nella frazione sono state sospese cautelativamente dall’Avis le donazioni di sangue a Latina Scalo per la giornata di domenica quando era stata rpogrammata la giornata di raccolta. Una misura di cui  la Asl non ha dato comunicazione ufficiale.

L’ULTIMO BOLLETTINO –  Sono 47 i casi di Chikungunya accertati ad oggi  dal Servizio Regionale di Sorveglianza Malattie Infettive:  20 nuovi rispetto al bollettino rilasciato giovedì. Di questi 20, 19 casi sono residenti o riportano un soggiorno nel Comune di Anzio e uno a Latina. È stato chiesto ai Comuni di procedere alla disinfestazione delle aree interessate”. Lo comunica in una nota la Regione Lazio.

3 Commenti

3 Commenti

  1. Germano Buonamano Mancaniello

    Germano Buonamano Mancaniello

    15 Settembre 2017 alle 20:36

    Va bonificato l’intero agropontino e va dato un giusto supporto alla sede del Consorzio di Bonifica. L’Agro Pontino costruito su di un Palude.

  2. Roberta del Bianco

    Roberta del Bianco

    15 Settembre 2017 alle 21:19

    Sta infestato lo scalo…..anche con lo spray ti pungono

  3. Isabella De Tommaso

    Isabella De Tommaso

    16 Settembre 2017 alle 0:01

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto