le operazioni

Il Cristo dei Circeo riemerge dagli abissi dopo 25 anni: festa e benedizione al porto

Il sindaco Schiboni: "La statua è uno dei nostri simboli". I sub: "E' una meta per migliaia di appassionati"

SAN FELICE CIRCEO – “Per noi è una grande emozione riportare a galla il Cristo del Circeo. In questi 25 anni  è diventato una figura amica, familiare. Lo è per chiunque si immerga in questo mare bellissimo. E, tutte le persone che hanno collaborato al progetto nel 1992, sono oggi come una grande famiglia”. Marco Sottoriva, Sandro Signoriello e Massimo Martufi, sono i sub  che, per passione nel 1992 (anche con Sergio Romeo, Stefano Reali e Maurizio Mastrangelo), immersero la statua. Oggi l’hanno fatta riemergere dalle acque, con la fondamentale collaborazione della Cooperativa Ormeggiatori Circeo I.

Tutte le operazioni sono state riprese dal fotosub Umberto Natoli (autore anche di importanti ritrovamenti sottomarini al Circeo) e che ringraziamo per averci concesso l’uso delle immagini subacquee.

[URIS id=198920]

“Il bronzo aveva bisogno di essere restaurato e sarà consegnato alle Fonderie d’Arte Colorno di Parma che l’hanno realizzato – hanno spiegato il sindaco Giuseppe Schiboni e l’assessore al turismo Rita Petrucci – Poi andrà nella Cattedrale di Santa Maria degli Angeli e  sarà esposto nei luoghi più significativi del Circeo come Vigna La Corte”. Dopo un quarto di secolo, la scultura che raffigura un Cristo con le mani protese verso il cielo, era coperta di concrezioni marine. Dopo il restauro tornerà come nuova.

Ad assistere alle operazioni a mare circa c’erano circa 100 persone a bordo di 20 imbarcazioni che hanno formato un anello intorno alla zona di risalita attendendo con pazienza la riemersione. Non è stato facile sganciare la statua dal plinto di cemento che la tiene fissata a 18 metri di profondità e poi lentamente riportarla in superficie. Il suo peso, 112 chili per 1,75 centimetri di metallo, si sono fatti sentire quando è stato il momento di issarla a bordo sul natante che l’ha riportata in banchina scortato dai mezzi Guardia di Finanza e della Capitaneria di Porto. Qui il Cristo del Circeo è stato salutato da un piccola folla di persone che hanno partecipato alla cerimonia di benedizione celebrata da Don Carlo Rinaldi. Nessuno ha voluto mancare la foto con quello che oggi è uno dei simboli del Circeo.

La statua tornerà in acqua il 25 aprile del 2018. per l’occasione sarà organizzata una grande cerimonia pubblica.

1 Commento

1 Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto