ambiente

Dischetti sulle spiagge, arrivano da un impianto di depurazione in Campania

La Guardia Costiera scioglie il caso

LATINA – E’ stata trovata la fonte e dunque la causa della comparsa di migliaia di dischetti di plastica sulle spiagge pontine oltre che della Campania e del Lazio. Il mistero è stato sciolto dalla Capitaneria di porto che ha notato un’altra concentrazione degli stessi presso la foce del fiume Sele in Campania. Gli ulteriori approfondimenti hanno consentito di scoprire che la fuoriuscita dei filtri è avvenuta a causa del cedimento strutturale di una vasca dell’impianto di depurazione che si trova in quella zona. I dischetti a quel punto si sono riversati nel fiume per poi viaggiare nel Tirreno e con le mareggiate di questi giorni raggiungere le isole Flegree e Pontine e le coste delle tre regioni centrali generando un forte allarme e spingendo il Parco del Circeo a presentare un esposto.

L’informativa della Guardia Costiera è stata trasmessa alla Procura di Salerno.

3 Commenti

3 Commenti

  1. Germano Buonamano Mancaniello

    Germano Buonamano Mancaniello

    22 Marzo 2018 alle 12:27

    Non chiamatemi frate indovino altrimenti ci arrabbiamo.

  2. Maria Rosaria Trovò

    Maria Rosaria Trovò

    22 Marzo 2018 alle 15:29

    Si possono chiedere i danni?

  3. Germano Buonamano Mancaniello

    Germano Buonamano Mancaniello

    22 Marzo 2018 alle 16:42

    Maria Rosaria Trovò la procura di Salerno apre un inchiesta in riguardo e mi chiedo come mai un depuratore non è monitorato da custode fisso in primis e secondo col senno di poi non mi spiego perché e per quale motivo nonostante una denuncia da parte degli ambientalisti si è dovuto andare alla ricerca di chi il danno l’ha causato e non l’ha fatto presente prima.
    È un sistema questo che, non mi piace.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto