cronaca

Casa Ciarelli confiscata e rioccupata, sgombero in Via dei Sabini a Latina

Il caso emerso nel corso delle indagini sul pestaggio di una guardia giurata al Carrefour

LATINA – Un’abitazione confiscata e rioccupata abusivamente è stata sgomberata questa mattina a Latina e riacquisita al patrimonio dello Stato. L’immobile si trova in Via dei Sabini ed era abitato da Roberto Ciarelli, 22 anni, e da alcuni suoi familiari.  Il giovane appartenente al noto clan rom stanziale a Latina, si trova in carcere per la feroce aggressione ad un vigilantes del Carrefour del Piccarello. Sentendosi braccato dalla squadra mobile infatti il ragazzo il 7 febbraio si è consegnato in carcere a Pescara. Per gli stessi fatti sono indagati anche la sorella Valentina e l’amico Matteo Ciaravino.

Nel corso delle indagini sull’identificazione dei responsabili del grave fatto di cronaca, era emerso che Roberto Ciarelli con madre e sorella aveva ripreso abusivamente possesso della casa confiscata alcuni anni prima dal Tribunale di Latina e in carico all’Agenzia per l’amministrazione dei beni demaniali dello Stato sottratti alla criminalità organizzata. Oggi lo sgombero. All’interno la polizia ha trovato solo una donna.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto