intervista a Pietro Vitelli

La lingua di Cori e il suo dizionario

di e con Licia Pastore

LATINA – “Il corese, come ogni altra lingua, è di uso quotidiano, ha le sue regole, la sua sintassi e si evolve”.  Per questo Pietro Vitelli aggiorna un lavoro cominciato circa sette anni fa ampliando  le precedenti edizioni (del 1997 e del 2006) del dizionario Corese-.Italiano, Italiano-Corese . Oltre 20.700 lemmi, morfologia e grammatica, migliaia di frasi esplicative per la terza edizione de ‘La lingua di Cori” (Herald Editore). Per ricordare che un corese non direbbe mai “ti amo”, ma piuttosto te vojo be’  e aggiungere termini moderni come cliccare, che al gerundio fa clicchenno. 

L’introduzione del libro è firmata da monsignor Felice Accrocca, arcivescovo metropolita di Benevento, originario di Cori e cultore della lingua lepina.

Pietro Vitelli a I NOSTRI LIBRI con Licia Pastore

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto