cronaca

Sabaudia, donna maltrattata portata in una località protetta con i figli

Denunciato il marito violento

SABAUDIA-  E’ stata portata in una località protetta con i suoi tre figli, e il nucleo familiare è stato affidato ai servizi sociali. E’ scattata la rete antiviolenza  per una donna di trent’anni di Sabaudia che in caserma ai carabinieri ha denunciato nelle scorse ore il marito accusato di averla in più occasioni picchiata e minacciata.  Dopo la strage di Cisterna, e quanto emerso sulle numerose richieste di aiuto presentate da Antonietta Gargiulo e rimaste sostanzialmente inascoltate, stavolta non è scattata solo la denuncia per il marito violento, ma si è attivato il sistema di protezione previsto in questi casi. L’uomo dovrà rispondere di maltrattamenti in famiglia.

4 Commenti

4 Commenti

  1. Germano Buonamano Mancaniello

    Germano Buonamano Mancaniello

    3 Marzo 2018 alle 12:35

    Se mi porti in una località protetta deve essere una località protetta e non che l’aggressore sa dove si trova la Donna con i figli il giorno dopo altrimenti è inutile la località protetta.

  2. Germano Buonamano Mancaniello

    Germano Buonamano Mancaniello

    3 Marzo 2018 alle 14:22

    Succede spesso in Italia, nonostante la Donna denunci l’aggressore si ritrova con sennò di poi suo aggressore che uccide la Donna davanti al cancello del centro antiviolnza.grave!

  3. zietto

    4 Marzo 2018 alle 1:03

    LOCALITÀ protetta che sia davvero una località protetta!
    laddove la.suddetta località non lo fosse sarebbe davvero Grave!
    non dimentichiamoci mai di mantenere una località protetta per le suddette donne

  4. soio

    4 Marzo 2018 alle 11:38

    Che pizza che siete! Non vi sta amai bene niente!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto