indagini in corso

Latina, è in prognosi riservata il 15enne investito in Via Aspromonte. Caccia al pirata

Tra la notte e le prime ore di questa mattina nessuno si è costituito

LATINA – Si cerca l’auto pirata di colore chiaro che ieri pomeriggio ha investito un ragazzo davanti al Palaboxe di Latina in Via Aspromonte. Il quindicenne che aveva da poco terminato il suo allenamento in palestra, è ricoverato al Goretti in condizioni gravi e in prognosi riservata, sbalzato sull’asfalto dove ha battuto la testa perdendo i sensi. Velocemente è stato soccorso dal 118 che gli ha assegnato il codice più grave, quello rosso, poi la corsa in ospedale che si trova a poca distanza dal luogo dell’incidente, e l’esito degli esami cui è stato sottoposto che hanno evidenziato un ematoma e una frattura cranica. Ogni valutazione spetta ai neurochirurghi dell’ospedale che lo tengono sotto osservazione. La situazione è delicatissima.

LE INDAGINI  – Parallelamente sono in corso le indagini sull’investimento. La Polizia locale che è intervenuta nei pressi dell’incrocio con Via dei Mille subito dopo l’incidente, ha chiesto le immagini delle telecamere del Palaboxe che saranno consegnate questa mattina e le altre presenti nella zona per analizzarle. Sono infatti poche e frammentarie le testimonianze raccolte: l’amico del ragazzo investito che era qualche passo più avanti, ha sentito il rumore dell’impatto e si è girato vedendo il coetaneo a terra, mentre un automobilista di passaggio arrivato quando l’adolescente era già a terra, ha visto due auto in sequenza imboccare Via dei Mille. Una delle due potrebbe essere quella pirata.

Tra la notte e le prime ore di questa mattina ancora nessuno si era costituito, ma non è escluso che nelle prossime ore il conducente dell’auto possa presentarsi spontaneamente alle forze dell’ordine. La fuga senza prestare soccorso configura un comportamento grave e penalmente rilevante.

2 Commenti

2 Commenti

  1. Germano Buonamano Mancaniello

    Germano Buonamano Mancaniello

    20 Novembre 2018 alle 8:41

    Se il sistema di videosorveglianza nella mia zona e nel mio quartiere è attivo per chi alla guida investe e scappa ci potrebbero essere le ore contate.

  2. Francesca Monella

    Francesca Monella

    20 Novembre 2018 alle 9:58

    Intanto speriamo che le condizioni del ragazzo migliorino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto