NUOVE IMMAGINI DELLA TRAGEDIA - IL VIDEO

Voragine sulla Pontina, si indaga per disastro colposo

Nessuna traccia di Valter Donà al termine del terzo giorno di ricerche

LATINA – Indaga per disastro colposo, ma al momento non ci sono indagati, la Procura della Repubblica di Latina per la voragine apertasi al chilometro 97,700 della strada regionale Pontina tra San Felice Circeo e Terracina. Un primo punto fissato nel fascicolo al quale lavorano i pm Bontempo e De Luca che hanno delegato le indagini alla polizia stradale. Nella giornata di mercoledì il pm Giuseppe Bontempo si è recato sul posto per una ricognizione visiva della frana e per prendere visione personalmente di quanto avvenuto.

E’ chiaro che il prossimo passo per i magistrati sarà affidare a professionisti esperti,  un geologo e un ingegnere, gli accertamenti tecnici sul luogo dove si è verificato il crollo, che dalle prime immagini sembrerebbe causato dalla rottura di una condotta sotterranea. La Procura attraverso la polizia stradale dovrà anche acquisire tutta la documentazione che riguarda l’arteria che dopo alcuni anni di competenza dell’Astral sta per tornare all’Anas, a partire da gennaio.

QUARTO GIORNO DI RICERCHE – Intanto dopo che la terza giornata di ricerche si è conclusa con un nulla di fatto, i vigili del fuoco continuano a cercare Valter Donà l’imprenditore di Terracina disperso da domenica quando è stato trascinato via da una massa di fango e detriti dopo essere finito con la sua auto nella voragine profonda sette metri che si è aperta al passaggio della Fiat Tipo, domenica mattina presto mentre da un’ora pioveva intensamente. Dopo l’individuazione del portafogli e di alcuni effetti personali, avvenuta martedì, il ritrovamento sembrava vicino, ma non è stato così.  Non è bastato il lavoro svolto in condizioni difficili dai sommozzatori dei vigili del fuoco, né quello dei colleghi a terra coadiuvati anche dalla protezione civile, né la visuale dall’alto con l’elicottero Drago che ha sorvolato l’area anche ieri come nei giorni precedenti.

IL VIDEO – E dopo le polemiche sollevate da un video che ritraeva i momenti drammatici intorno al cratere con i primi arrivati sul posto che sembravano quasi incapaci di offrire aiuto, altre immagini di un video amatoriale diffuso oggi da Lazio Tv raccontano nuovi particolari di quegli istanti. Si vedono alcune persone che cercano di aiutare l’uomo a risalire e gli lanciano una fune legata ad una scala sperando che lui riesca ad afferrarla. Probabilmente l’uomo però è sotto shock e la massa di fango e detriti che ha già inghiottito la sua auto, lo porta via lasciando i presenti attoniti.

3 Commenti

3 Commenti

  1. Rosetta Cazzoli

    Rosetta Cazzoli

    27 Novembre 2018 alle 20:07

    Pover’ uomo

  2. Barbara Marcon

    Barbara Marcon

    27 Novembre 2018 alle 21:10

    .☹️

  3. Pierluigi Manetti

    Pierluigi Manetti

    28 Novembre 2018 alle 10:25

    Zingaretti che dice

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto