verde pubblico

Dopo l’uragano, ecco il nuovo viale della Vittoria a Terracina

La giunta ha licenziato la delibera per dare il via ai lavori

TERRACINA – La giunta comunale di Terracina ha oggi licenziato una deliberazione che dà il via ad una serie di interventi di miglioramento del verde pubblico. Si parte con la piantumazione di viale della Vittoria che, dopo l’evento calamitoso del 29 ottobre scorso, sta vedendo completato il suo pieno ripristino. Saranno lecci e canfore gli alberi che disegneranno il nuovo aspetto del viale. Questi due tipi di alberi troveranno ospitalità all’interno delle nuove aiuole (170×170 cm e dotate di impianto di irrigazione) e garantiranno l’apporto ambientale ed estetico che caratterizzerà il viale della Vittoria. Sono stati scelti lecci e canfore, entrambe specie sempreverdi, plurisecolari, che non richiedono cure particolari, resistenti a freddo, siccità, parassiti e malattie, in grado di garantire un ottimo livello di salubrità dell’ambiente e notevole capacità di fonoassorbenza. Numerosi sono stati i consulti avuti con gli agronomi per giungere a questo tipo di scelta che ha tenuto conto anche dei suggerimenti che il WWF Lazio ha inoltrato nei giorni scorsi attraverso una nota, preziosa anche per il Piano per il Verde Pubblico in fase di redazione.

Altro punto trattato nel provvedimento è l’istituzione del Parco del Riuso nella zona del Calcatore, un parco giochi caratterizzato da strutture realizzate in materiali riutilizzati, finalizzato alla promozione del riciclo presso grandi e piccoli e alla dimostrazione di come si possa aiutare l’ambiente dotando i parchi pubblici di giochi divertenti, funzionali ed esteticamente gradevoli.

Nuova vita anche per la fontana del Parco Bachelet, il cui ripristino è stato deciso e finanziato nella stessa deliberazione. Una scelta che restituirà finalmente dignità ad un elemento di arredo urbano inserito in un parco e in una zona molto popolosa al centro di Terracina.

Un’ulteriore iniziativa è la riqualificazione della grande aiuola posta all’ingresso dalla Pontina a Terracina, biglietto da visita della città.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto