flash

Cesare Battisti arrestato in Bolivia dall’Interpol, sarà estradato in Italia

La notizia data con un tweet dal consigliere di Bolsonaro . L'ex terrorista di Sermoneta non ha opposto resistenza

LATINA – L’ex terrorista originario di Sermoneta, Cesare Battisti è stato arrestato in Bolivia da uan squadra speciale  dell’Interpol composta anche da agenti italiani. Aveva barba e baffi finti, camminava sul ciglio della strada in una città dell’entroterra boliviano, non ha opposto resistenza. La notizia diffusa dai media brasiliani  dopo un twitt di Filipe Martins, consigliere speciale del neopresidente brasiliano Bolsonaro: “Battisti è stato arrestato in Bolivia e sarà presto portato in Brasile, da dove verrà probabilmente mandato in Italia, così da poter scontare l’ergastolo secondo la decisione della giustizia italiana”.

Da tempo l’Italia chiede l’estradizione dello scrittore che dopo la condanna a quattro ergastoli aveva ottenuto prima l’asilo politico in Francia, poi era fuggito in Brasile dove è stato sempre protetto dalle autorità locali. Battisti nativo di Sermoneta, aveva studiato al liceo classico di Latina prima di entrare nei PAC, i proletari armati per il Comunismo delle cui azioni terroristiche è stato considerato responsabile.

Il figlio del gioielliere Torreggiani ucciso dai Pac davanti al figlio rimasto gravemente ferito: “Forse è davvero una buona giornata”, ha detto. Unanime il coro di commenti positivi dopo la cattura.

1 Commento

1 Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto