Arrestata a Formia la 28enne coinvolta nei furti alla Biblioteca dei Girolamini di Napoli

La Corte dei Conti aveva stimato il danno allo Stato causato dai furti in  20 milioni di euro

LATINA – E’ accusata di aver sottratto libri e altre opere antiche di inestimabile valore, pezzi rari trafugati nel 2012 dalle biblioteche dell’Abbazia di Montecassino e dalla Biblioteca Statale dei Girolamini di Napoli. E’ stata arrestata a Formia P. V. una giovane donna di nazionalità ucraina,  28 anni, responsabile di peculato aggravato in concorso con altre persone. Le ricerche della polizia si erano concentrate a Formia dove era stata vista saltuariamente.

Le indagini sul caso aveva fatto molto clamore, riguardato anche il direttore pro tempore della Biblioteca Statale dei Girolamini di Napoli Massimo De Caro e il mondo politico.  Alcuni delle migliaia di libri antichi trafugati erano infatti finiti illecitamente, nella disponibilità del senatore di Fi Marcello Dell’Utri.

L’arrestata, che deve espiare la pena della reclusione di anni 2 e mesi 7, è stata portata nella Casa Circondariale Femminile di Pozzuoli  in provincia di Napoli. La Corte dei Conti aveva stimato il danno causato allo Stato dai furti, in 20 milioni di euro.

1 Commento

1 Commento

  1. Cristiana

    24 Febbraio 2019 alle 20:23

    La ragazza aveva da chi imparare.. la anche la mamma non è tutta innocente. Con i suoi particolarità. Infatti sembrava strano che aveva i tanti amicizie tra le comune di Gaeta, Formia, alberghi “Mira mare ” si vantava dei amici del Publico ministero.. sembrava troppo sicura di se ed ogni potente.. un Po strano per una straniera .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto