A ROMA TIBURTINA

Sette valigie di bulbi da oppio destinate ai braccianti agricoli in Agro Pontino, due arresti

In un'operazione delle Fiamme Gialle due cittadini indiani residenti a Latina

LATINA  – Erano destinati all’Agro Pontino, in particolare ai braccianti agricoli, i 50 mila bulbi di papavero sequestrati dalla Guardia di Finanza di Roma  alla stazione Tiburtina di Roma, dove sono scattate le manette per due cittadini indiani residenti in provincia di Latina. La droga nascosta in  7 borsoni di grandi dimensioni, era confezionata in buste di plastica da 100 grammi ciascuna, termosaldate. I due asiatici erano  già stati  arrestati in passato per spaccio di sostanze stupefacenti.

Come è ormai noto, i bulbi di papavero da oppio sono diventati una droga diffusa tra i braccianti agricoli e vengono fumati o masticati per sopportare la fatica. Una pratica che racconta le condizioni di sfruttamento in agro pontino  come aveva denunciato già tempo fa il sociologo e giornalista Marco Omizzolo con l’associazione Migrantes.

 

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto