6 MARZO

Giovani medici, un seminario per prepararsi alla professione

L'addestramento che precede l'iscrizione all’Albo

LATINA – Anche quest’anno i giovani medici chirurghi e odontoiatri, all’atto della prima iscrizione all’albo, parteciperanno, alla decima edizione del Seminario gratuito di Addestramento all’esercizio Pratico della Professione che si terrà mercoledì 6 marzo, presso la Sala conferenze dell’Ordine dei Medici di Latina. L’incontro  – spiega in una nota l’Ordine – ha lo scopo di erudire quanti, affacciandosi alla professione, ignorano le regole del mutevole mondo del lavoro. La giornata di mercoledì, rivolta sia ai medicisia agli odontoiatri è divisa in due sessioni, una teorica e una pratica.

IL PROGRAMMA – Ad aprire i lavori, il Presidente dell’Ordine dei Medici Giovanni Maria Righetti che, dopo la presentazione dell’organico dell’ordine, illustrerà il Codice di Deontologia Medica, si proseguirà poi con l’intervento di vari esperti, che si alterneranno durante la prima sessione ed illustreranno le nuove regole previdenziali, gli aspetti assicurativi e quelli fiscali, le certificazioni, il rapporto che il medico deve tenere con il ministero della Salute, i contratti di lavoro, i diritti e doveri del medico, gli obblighi medico-legali e anche gli obblighi informatici e l’utilizzo del web con una particolare attenzione alle fake news e al nuovo modo di comunicare.

Nella seconda parte, si terrà una dimostrazione teorico-pratica, ovvero un corso sulle suture che prevede nella sessione teorica una dimostrazione video guidata, seguita da quella pratica nella quale ogni neo iscritto avrà un simulatore, appositamente realizzato, per esercitarsi sulle varie tipologie di suture.

IL GIURAMENTO – I Giovani Medici poi presteranno giuramento professionale, Sabato 09 marzo alle ore 10.00 presso la sala San Marco della Curia vescovile in Piazza Paolo VI a Latina. Ai neoiscritti sarà consegnata la nuova versione del Codice di Deontologia Medica. Durante la cerimonia i nuovi medici s’incontreranno con i medici che operano nel territorio da più di 40, 50 e 60 anni e le autorità delle varie istituzioni che incontreranno nel loro cammino.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto