stalking e lesioni aggravate

Le frattura il volto in un ristorante di Formia, arrestato il nipote del boss Bardellino

La donna racconta tutto alla polizia. Ai domiciliari il 39enne Gustavo Bardellino

FORMIA – Era finita al pronto soccorso, svenuta per un colpo al volto assestato con tale violenza da averle causato la frattura scomposta delle ossa facciali in più punti. Le indagini della polizia hanno appurato che a colpire la donna il 20 gennaio scorso in un noto ristorante del centro di Formia era stato  Gustavo Bardellino, 39 anni, nipote del famigerato boss Antonio, noto alle forze dell’ordine per segnalazioni di polizia per reati contro il patrimonio e contro la persona. L’uomo da ieri sera è ai domiciliari.

La donna in un primo tempo, probabilmente terrorizzata, non aveva voluto indicare l’autore dell’ aggressione, ma aveva riferito di essersi sentita dire “te le devi  andare da Formia”. Poi il buio,  la corsa in ambulanza al pronto soccorso del Dono Svizzero, l’intervento maxillo-facciale per ricomporre le fratture e soltanto alcuni giorni più tardi aveva deciso di denunciare l’ex compagno spiegando agli investigatori del commissariato di Formia di aver incontrato per caso l’uomo al ristorante e di aver avuto con lui una discussione poi degenerata.  Naturalmente non era la prima volta: la donna ha raccontato dei maltrattamenti subiti per tutta la durata della relazione iniziata alcuni anni prima.

Ora, dopo le indagini, il sostituto procuratore di Cassino ha chiesto e ottenuto dal giudice l’arresto per il reato di  stalking e lesioni personali aggravate.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto