Biblioteche a Latina, il punto in Commissione Cultura

La sede centrale di Piazza del Popolo resterà chiusa 4 mesi per la ristrutturazione

LATINA – In commissione Cultura si è fatto il punto, come chiesto dalla minoranza, sui lavori nelle biblioteche di Latina e sulle progettualità culturali connesse.
In corso la ristrutturazione della sede centrale di Piazza del Popolo, dove l’impianto di condizionamento è sottoposto ad una manutenzione straordinaria e dove, il 22 luglio scorso, sono iniziati anche i lavori di “adeguamento, spazi culturali, espositivi e ricreativi”. Questi ultimi dureranno 120 giorni e costeranno poco meno di 209mila euro. Per quanto riguarda la biblioteca di Latina scalo, è stato ordinato il condizionatore nuovo per l’area amministrativa e quello vecchio sarà quindi a breve sostituito. Si sta anche valutando la possibilità di estendere l’intervento montandone uno anche nell’area studio-consultazione.
Nel resoconto di Latina Bene Comune evidenziate anche le progettualità culturali, quando la sede centrale della biblioteca comunale sarà nuovamente fruibile, è intenzione dell’amministrazione di Latina promuovere una vera e propria cultura del libro. A sottolinearlo in commissione è stato lo stesso assessore alla Cultura Silvio Di Francia.
Sottolineata anche la necessità di trovare in città ulteriori spazi da dedicare all’attività di studio, anche in forma collettiva, oltre alla biblioteca stessa dove gli spazi dedicati possono risultare insufficienti e l’attività resta confinata allo studio individuale. Un indirizzo emerso dalle riflessioni della consigliera Loretta Isotton, che ha suggerito una caratterizzazione diversa dei luoghi da dedicare a giovani e meno giovani per le attività di studio ed approfondimento. “Un’altra idea emersa nel corso della seduta è stata quella di individuare nell’ex garage Ruspi uno spazio da utilizzare come emeroteca: aggiungere un archivio consultabile di giornali e riviste, oltre ad architettura e foto, potrebbe rappresentare un punto di svolta per l’utilizzo dell’edificio storico e dare seguito a quel progetto di sistema integrato culturale, come sottolineato dallo stesso assessore Di Francia, che Latina aspetta e sul quale stiamo lavorando da tre anni” – ha spiegato il presidente della commissione Cultura, Fabio D’Achille.
Si è parlato anche del Patto per la Lettura, che ha già raccolto circa 60 realtà tra librai, associazioni ed enti tra cui anche la Asl e il Consorzio di Bonifica. Con il bando di quest’anno l’obiettivo è coinvolgere nella lettura anche chi non è un lettore appassionato, uscendo fuori dalle mura della biblioteca e introducendo l’elemento ludico. Importante per il coinvolgimento dei giovani anche la collaborazione con Tor Vergata.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto