estate covid

Lazio Sicuro, Orneli incontra i balneari: “Speriamo in riapertura prossima”

Chiesti contributi e proposte partendo la regole base su accessi limitati, distanziamento e igiene

LATINA – Ha incontrato oggi i rappresentanti delle associazioni dei balneari del Lazio per affrontare il tema delle linee guida l’assessore alla attività produttive della Regione Lazio, Paolo Orneli. Un incontro che fa seguito e integra quello di lunedì scorso con i rappresentanti dei Comuni del litorale, delle prefetture di Latina, Viterbo e Roma e del Comando Regionale della Guardia Costiera.

“Vogliamo stilare un vademecum in vista di una ripresa della loro attività, che speriamo prossima – ha commentato Orneli – regole chiare e semplici per gestori degli stabilimenti balneari e operatori delle spiagge libere, con poche essenziali disposizioni, che siano utili a garantire la sicurezza degli operatori e della clientela, e permettano a tutti di cominciare a pensare con serenità a una frequentazione delle spiagge la prossima estate. Sarà uno strumento importante per farci trovare pronti nel momento in cui ci sarà il via libera per poter tornare al mare”.

Ai balneari la regione ha chiesto  di inviare  contributi e proposte: “Le analizzeremo con attenzione, confrontandole anche con le soluzioni adottate in altre Regioni in modo da identificare regole ottimali, pur restando sempre in linea con quanto verrà deciso a livello nazionale”. Punto di partenza saranno accessi limitati, segnaletica sui comportamenti da adottare, limiti di spazio per i clienti e gli operatori, distributori di gel igienizzante, norme per l’igienizzazione, distanziamento di ombrelloni, lettini e sdraio. “La settimana prossima, quando avremo potuto mettere a sistema i contributi ricevuti torneremo a incontrare operatori e Comuni del litorale per un secondo passaggio sulle regole di fruizione delle spiagge in concessione e di quelle libere”, ha concluso l’assessore regionale allo Sviluppo Economico, Commercio e Artigianato, Ricerca, Start Up e Innovazione.

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto