Primo fine settimana "open"

Coletta ai cittadini di Latina: «Non è ancora il momento di andare al mare per prendere il sole e fare il bagno»

Sport acquatici aperti dalla prossima settimana

(la foto è stata scattata mercoledì pomeriggio nel giorno di riapertura del mare)

LATINA – Il fine settimana, il primo con “open” dopo il lockdown, preoccupa  il sindaco di Latina Damiano Coletta che ha deciso di lanciare un messaggio ai cittadini richiamando tutti alle norme di sicurezza. “Voglio ricordare a tutti che, almeno per il momento, non è consentito fermarsi a prendere il sole e fare il bagno. Si può scendere in spiaggia sì, ma solo per svolgere attività motoria o sportiva e sempre nel rispetto della distanza minima interpersonale”.

Il messaggio arriva dopo che nei primi giorni di riapertura della spiaggia, gli agenti della Polizia Locale sono dovuti intervenire per allontanare alcune persone che stavano sostando sull’arenile. Quanto alle frotte di ragazzi senza mascherina e riuniti in gruppi molto ravvicinati in giro per la città e al mare, senza rispettare le minime distanze di sicurezza e l’obbligo di coprirsi bocca e naso, nulla viene detto.

“I cittadini di Latina – scrive Coletta nel suo messaggio – si sono comportati benissimo fino ad oggi. Tutti insieme abbiamo dimostrato di essere una vera squadra in questa battaglia senza precedenti contro il virus, abbiamo avuto senso di responsabilità. Non è finita, stiamo ancora giocando la partita e non possiamo permetterci di perderla. Chiedo a tutti di continuare a fare i sacrifici necessari per potere uscire definitivamente dallo stato d’emergenza”. Il punto infatti è proprio questo; evitare che la curva dei contagi si impenni di nuovo e che si debba tornare indietro.

Il sindaco richiama tutti alla responsabilità: “Sono sicuro che continueremo a dimostrare di essere una comunità responsabile. Se così sarà, e nell’ottica di un graduale ritorno alle normali attività che si svolgono al mare, già dalla prossima settimana potrebbero tornare ad essere consentiti gli sport acquatici. Ma dobbiamo fare di tutto per evitare di creare situazioni di potenziale pericolo. Più saremo rispettosi delle regole, prima torneremo a vivere con maggiore spensieratezza la nostra città e il nostro splendido mare”.

2 Commenti

2 Commenti

  1. Daniela Charme Coriddi

    Daniela Charme Coriddi

    8 Maggio 2020 alle 23:48

    Io oggi non ho visto nessuno fare il bagno e c’erano flotte di poliziotti a controllare

  2. peter rei

    9 Maggio 2020 alle 7:17

    basta rispettare le regole e non fare come quei bori del mc drive

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto