26 settembre

A Sabaudia “La Voce di Moravia trent’anni dopo”

Nella Corte del Comune alle 18

SABAUDIA – Per i cittadini di Sabaudia, ma anche per chi frequenta la città delle dune, il suo volto era familiare: seduto al bar o al ristorante, affacciato alla finestra nella sua villa tra le dune. Sono passati trent’anni dalla morte di Alberto Moravia e la città che lo ha ospitato per molti anni non lo dimentica e ha organizzato nella Corte comunale alle 18 (e spostato al chiuso in caso di maltempo), l’incontro “La voce di Moravia, trent’anni dopo” , ideato e curato dal professor Angelo Favaro (esperto e conoscitore dell’opera e del pensiero del grande romanziere romano). Sarà la sindaca Giada Gervasi ad aprire il ricordo anche con la professoressa Florinda Nardi, docente di Letteratura italiana presso l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”.  Prevista anche una performance audio-spaziale con voce di Moravia e interventi inediti, curata dal dottor Giovanni La Rosa, dalla Ludwig-Maximilians-Universität München. Mentre la nipote di Moravia, Gianna Cimino, si soffermerà a conversare con i presenti, proponendo un viaggio memoriale, e offrendo in mostra 5 oggetti simbolici, appartenuti allo scrittore de “Gli indifferenti”. In mostra alcuni volumi di Alberto Moravia nelle più importanti traduzioni straniere.

La manifestazione si fregia del Patrocinio Scientifico dell’ADI, la più importante Associazione degli Italianisti, presente nella penisola, e dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”. Partner dell’evento sono invece l’Associazione culturale internazionale Edizioni Sinestesie, UniversItalia e l’Associazione Sabaudia Culturando.

Al termine della manifestazione il Sindaco, Giada Gervasi, e la signora Gianna Cimino presenteranno alla cittadinanza il logo, un vero brand culturale: “Sabaudia Città di Moravia”. Alberto Moravia era solito ripetere «Sabaudia, questa città in stile razionale, non parla alla ragione bensì all’immaginazione… mi ricorda l’Africa, per me la cosa più bella che esiste al mondo»: per questa e numerose altre ragioni la città lo omaggia in questo importante anniversario.

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto