il punto

Latina, rapinatore preso grazie alle telecamere dell’ufficio postale. Tutti i dispositivi di sicurezza

L'azienda: "Caveau blindati, casseforti temporizzate, roller-cash e macchiatori di banconote"

Shares

LATINA – La  scorsa notte, la verifica delle immagini registrate dal sistema di videosorveglianza dell’ufficio postale di Latina 3 ha consentito alle Forze dell’Ordine di fermare l’autore della rapina commessa ai danni di un ragazzo di 25 anni che aveva appena prelevato denaro contante presso lo sportello postamat. E’ l’occasione per Poste Italiane per fare il punto sui sistemi di sicurezza attivati negli 87 uffici del territorio provinciale di Latina.

“Ben 86 sono dotati di caveau blindato con speciali casseforti con apertura temporizzata e sono attivi 204 sportelli dotati di RollerCash, particolari casseforti collegate alle postazioni operative i cui cassetti possono essere aperti esclusivamente alla conclusione di un’operazione”, si legge in una nota dell’azienda  che parla di effetto deterrente. “C’è poi la presenza di una vigilanza armata durante tutto l’orario di apertura al pubblico: nel corso del primo trimestre del 2020, ad esempio, sono state oltre 300 le ore in cui è stata garantita la presenza di una guardia giurata”.

Quanto ai 72 sportelli bancomat presenti sul territorio provinciale, “tutti i dispositivi di nuova generazione sono infatti dotati di macchiatore di banconote, che rende inutilizzabile il denaro sottratto in caso di atto vandalico e di sistema elettronico “antiskimming”, per impedire la clonazione delle carte di credito e sono presenti oltre 100 impianti a circuito chiuso per 300 telecamere di videosorveglianza”.

Purtroppo le telecamere non hanno fermato i banditi che nelle primissime ore di sabato hanno letteralmente distrutto l’ufficio postale di Borgo Faiti da poco ristrutturato facendo esplodere il bancomat.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto