gli eventi tra il 6 e il 9 dicembre

Danni per maltempo, La Penna: “Vogliamo dare sostegno a cittadini e imprese”

Il caso di Suio e degli operatori termali

LATINA – “Gli eventi meteorologici dei giorni scorsi hanno messo a dura prova il nostro territorio. Diverse le criticità in tutto il Lazio e nella provincia di Latina. Molti i danni registrati nelle nostre comunità dal nord della provincia ai Monti Lepini fino al sud Pontino. In particolare ha destato molta preoccupazione e apprensione l’esondazione del torrente Pontone fra Formia, Gaeta e Itri. In questi giorni siamo a lavoro per costruire le condizioni per offrire un sostegno ai cittadini e alle imprese che hanno subito danni e disagi e per comprendere strategie e modalità di intervento, anche in senso strutturale”. Lo dichiara il consigliere regionale del Pd Salvatore La Penna.

“Voglio, in particolare, raccogliere  con convinzione   – sottolinea La Penna – l’appassionato e preoccupato appello che il Sindaco di Castelforte, Giancarlo Cardillo ha rivolto alla Regione Lazio lo scorso 10 dicembre a seguito degli ultimi eventi atmosferici calamitosi che hanno determinato lo straripamento del fiume Garigliano.
Come riporta il Sindaco, parte degli stabilimenti termali di Suio sono stati invasi dalla forza straripante delle acque fluviali. Un duro colpo che rischia di mettere in ginocchio un settore già fortemente provato dalla crisi economica in atto legata  alla pandemia da Covid-19.
Le terme di Suio rappresentano un indotto economico fondamentale per l’economia locale di Castelforte e dei territori circostanti e questa nuova prova da sopportare mette a serio rischio la prosecuzione di tali attività e rischia di compromettere le possibilità di una ripresa futura.
Mi preme dunque manifestare la mia vicinanza al Sindaco ed alle ragioni del suo accorato appello ad intervenire in soccorso degli operatori del settore.
È ora importante accertare con precisione l’entità dei danni dichiarati – conclude il consigliere regionale pontino – ed è nostro impegno politico e personale quello di adoperarci affinché la Regione Lazio possa fare la propria parte in difesa degli operatori, di un territorio e di un sistema economico locale duramente provati da questa congiuntura negativa”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto