il blitz

Barboncino in gabbia, la Guardia di Finanza sequestra un ambulatorio veterinario a Minturno

Denunciati per esercizio abusivo della professione due veterinari

MINTURNO – Un ambulatorio veterinario di Minturno è stato sequestrato e due persone denunciate nell’ambito dei servizi di controllo del territorio, coordinati dal Comando Provinciale di Latina. I Finanzieri della Compagnia di Formia hanno individuato infatti un medico veterinario, già radiato dall’albo, che continuava ad esercitare la professione in maniera abusiva. Dopo alcuni appostamenti svolti nei pressi della struttura, che risultava intestata ad un altro professionista operante in varie regioni italiane, è scattato il blitz.

I militari hanno trovato un cucciolo di barboncino sprovvisto del microchip identificativo, all’interno di una gabbia. Rinvenute numerose confezioni di medicinali scaduti. L’attività d’indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Cassino e coordinata dal Sostituto Procuratore Marina Marra, è stata estesa ad un’altra struttura sanitaria operante nell’alto casertano e gestita nello stesso modo dal medico che operava nel sud pontino e da un collega ora accusati di esercizio abusivo della professione, truffa, maltrattamento di animali e gestione di rifiuti non autorizzata.

Il cane è stato affidato a un’associazione che si occupa di tutela degli animali per essere sottoposto a visita.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto