violenza familiare

A Cori minacce e botte alla compagna, allontanamento per un 52enne

Anche il figlio della donna costretto ad andare via da casa per paura

CORI – Un altro caso di violenza su una donna è stato scoperto dalla polizia intervenuta a Cori durante una violenta aggressione. Lei era completamente sottomessa, vessata psicologicamente e picchiata, il compagno la voleva isolare e ci era riuscito tanto che anche il figlio giovanissimo della donna  aveva lasciato la casa familiare impaurito del comportamento violento del compagno della madre. Sono stati i poliziotti del Commissariato di Cisterna a dare esecuzione alla misura cautelare del divieto di avvicinamento e comunicazione con qualsiasi mezzo, disposta dal G.I.P. di Latina nei confronti di un pregiudicato di 52 anni.

Le indagini lampo degli investigatori hanno, anche grazie alla testimonianza della madre della vittima, hanno portato alla luce ripetute e perduranti violenze fisiche e psicologiche, con minacce di morte se la donna avesse tentato di rivolgersi alla Polizia. ”Donna inutile ..ti devasto casa ..se chiami la Polizia  con i miei compari brucio te e tutta Cori “ , sono solo alcune delle frasi che l’uomo era solito pronunciare nei confronti della donna.

L’uomo, già separato e con figli, in una precedente relazione coniugale  risulta, in una sentenza del Tribunale di Roma,  aver perso l’affidamento dei figli per aver minacciato di sgozzare la ex moglie con un coltello da cucina.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto