Maltrattamento di animali

Orrore a Monte San Biagio, cane a catena morto e in putrefazione. Altri quattro senza cibo né acqua

I carabinieri forestali denunciano due persone

MONTE SAN BIAGIO – Orrore a Monte San Biagio dove i carabinieri della stazione Forestale di Fondi hanno scoperto all’interno di un’area di proprietà privata in Via del Mare, la presenza di un cane legato alla catena, morto, in stato di decomposizione e circondato da escrementi.

Durante l’ispezione svolta  insieme al personale veterinario della Asl di Fondi, è stato anche accertato che nello stesso terreno c’erano altri tre cani, legati con catena corta, chiusi in recinti, senza acqua a disposizione né cibo, tutti deperiti, assetati, feriti dalla presenza di fil di ferro e spaventati. Intorno escrementi non rimossi da diversi giorni. Gli animali, che erano privi di microchip ad eccezione di un pastore tedesco, sono stati liberati e portati al canile sanitario del comune di Fondi dove sono ora ricoverati.

Il proprietario dell’area, che un tempo ospitava un panificio,  e la padrona del pastore tedesco sono stati denunciati per il reato di  maltrattamento di animali. Hanno detto di non vivere lì e di non essersi accorti che i cani erano nelle condizioni in cui sono stati trovati.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto