la ripiantumazione

In parco San Marco sono tornati i sette alberi invasati. Più uno

Coletta: "Prendersi cura di latina significa fare attenzione anche alle piccole cose"

LATINA – Sono tornati in parco San Marco, stavolta ai piedi della collinetta, sul versante del laghetto, i sette alberi da frutto piantati due anni fa nell’area verde da Libero Orto e invasati durante l’estate per far posto al parcheggio inaugurato a fine settembre. Passato il caldo e in occasione della settimana dedicata agli alberi, la promessa di trovare una nuova posizione alle piante è stata mantenuta.

Ad assistere alle operazioni questo pomeriggio, con il sindaco Damiano Coletta c’erano gli assessori al Verde e alla Transizione Ecologica, Dario Bellini e Adriana Calì, la neoconsigliera Floriana Coletta e la ex consigliera Loretta Isotton, già delegata al decoro. “Abbiamo ripiantumato i 7 alberi che erano stati asportati per far posto al parcheggio di via Porfiri, più un ottavo donato dall’ex consigliera Loretta Isotton – ha spiegato il primo cittadino  – Prendersi cura della nostra città e dell’ambiente significa fare attenzione anche a queste piccole cose. Un grazie particolare ai giardinieri del Comune per il loro costante e prezioso lavoro”.

Negli ultimi anni Parco San Marco è diventato un punto di aggregazione per ragazzi, e una grande oasi dello sport per cittadini di ogni età. E’ dotato di un’area di sgambamento per cani e di un’area fitness. Nel laghetto, grazie alla donazione di piante di palude e ninfee del vivaio Water Nursery sono nate anche le rarissime ninfee Victoria, e i germani reali hanno trovato un habitat ideale che si va popolando. Il chiosco, affidato in gestione, cura l’area giochi per i più piccoli.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto