mentre omicron corre

Covid Lazio, D’Amato: “Il Governo deve introdurre l’obbligo vaccinale”

L'intervista al Messaggero. Per le feste il consiglio di vedersi solo con vaccinati

LATINA – L’assessore regionale alla sanità Alessio D’Amato chiede al Governo l’obbligo vaccinale. Di fronte ai numeri da tempo in forte crescita a causa della variante Omicron che è altamente contagiosa “è l’unica barriera”, sottolinea spiegando che 400mila non vaccinati nella nostra Regione “potrebbero sembrare pochi ma in termini assoluti sono un numero altissimo”. Lo ha detto in un’intervista rilasciata al Messaggero confermando che il governatore del Lazio Nicola Zingaretti “introdurrà a breve misure già previste in zona gialla come per esempio l’obbligo di mascherina anche all’aperto”. D’Amato ha ribadito che senza obbligo vaccinale quando “si dice che oltre al Super Green pass si vuole introdurre l’obbligo di tampone si manda un messaggio sbagliato” e che ” la questione vera è imporre l’obbligo di vaccinazione e tranquillizzare gli italiani sulla bontà del vaccino”.

 Intanto stanno andando bene le vaccinazioni pediatriche. Il bilancio è stato fatto dallo stesso D’Amato in un videomessaggio pubblicato sui canali social della Regione Lazio: “Abbiamo raggiunto un obiettivo importante, le prime 10mila vaccinazioni pediatriche nella fascia 5-11 senza nessun elemento avverso”. Il consiglio per le feste in famiglia è di “creare bolle negative ” tra vaccinati e persone che abbiano eseguito almeno un tampone nelle 48 ore precedenti arieggiare i locali e lavare frequentemente le mani e soprattutto correre veloci con le terze dosi “La dose booster aumeta notevolmente il livello di copertura rispetto a questa variante”.

“Dobbiamo alzare l’argine contro la variante Omicron”.

D’AMATO

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto