il rogo

Incendio all’Is Pacifici-de Magistris, vigili del fuoco e carabinieri a caccia di tracce

Il presidente della Provincia Stefanelli incontra intanto dirigente, genitori e studenti

SEZZE – Si è svolto questa mattina un sopralluogo congiunto tra il personale specialista del N.I.A.T.  dei vigili del fuoco  – Nucleo Investigativo Antincendio Territoriale –  e i carabinieri, per cercare di stabilire le cause dell’incendio avvenuto l’altra notte presso l’Istituto “ISISS Pacifici e De Magistris” in via dei Cappuccini a Sezze. Le fiamme hanno interessato parte della palestra coinvolgendo oggetti e attrezzature varie.
Durante l’ispezione sono state analizzate le tracce e raccolti elementi utili a stabilire le cause del rogo.

INCONTRO CON LA PROVINCIA  – Intanto sempre questa mattina, il Presidente della Provincia Gerardo Stefanelli ha incontrato una delegazione di docenti, genitori e studenti dell’istituto Pacifici e De Magistris di Sezze della quale facevano parte tra gli altri la dirigente scolastica Anna Giorgi, l’assessore alla scuola Michela Capuccilli, la presidente del Consiglio di istituto e un rappresentate degli studenti accompagnati dal consigliere regionale Salvatore La Penna.
Oggetto dell’incontro la situazione del progetto di restauro e consolidamento strutturale dell’intero complesso che include, oltre alla sede scolastica, anche la chiesa e il chiostro. Ad oggi sono stati effettuati interventi per circa 300mila euro ma a causa di alcuni problemi con la ditta i tempi si sono allungati ed è attualmente in corso una trattativa per un accordo bonario il cui buon esito consentirà di riappaltare i lavori ad un nuovo operatore. Il tutto dando la precedenza, nella riapertura del cantiere, alle 12 aule dell’istituto che necessitano di alcuni interventi di adeguamento e che avranno quindi la priorità assoluta.
Stefanelli ha preso atto dei disagi di studenti, corpo docente e comunità e si è impegnato ad incontrare a breve i tecnici incaricati di seguire i lavori e a effettuare un sopralluogo presso l’istituto scolastico già la prossima settimana.

“Sono intenzionato a risolvere la situazione il più rapidamente possibile – sottolinea il Presidente della Provincia – e l’impegno assunto con preside, insegnati e studenti oltre che con gli amministratori locali è quello di appaltare i lavori ad un nuovo operatore e far partire subito gli interventi nelle aule per poterle consegnare alla scuola per l’attività scolastica: adesso è dunque necessario chiudere il contratto ancora in essere e procedere con l’incarico ad un nuovo operatore”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto