24 e 25 novembre

A Latina la seconda edizione del progetto “Donne una rete per uscire dalla violenza”

Istituzioni, associazioni, scuole e band insieme per la Giornata Internazionale

LATINA –  Torna a Latina per il secondo anno, in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, l’evento “Donne, una Rete per uscire dalla violenza” organizzato dal Comando provinciale dei Carabinieri in collaborazione con il Soroptimist International Club Latina e il Centro Donna Lilith, con la partecipazione dei  referenti della Rete Antiviolenza che ogni giorno operano sul territorio provinciale.  Un contributo speciale è stato dato dai Licei Majorana e Manzoni per l’appuntamento che quest’anno focalizzerà la sua attenzione sui segni anticipatori della violenza indirizzandosi in maniera ancora più coinvolgente verso i giovani.

Gli appuntamenti sono due: il primo giovedì 24 novembre alle 10, presso la Curia Vescovile di Latina, con un convegno durante il quale, dopo i saluti istituzionali, la Rete tornerà a raccontare attraverso le voci dei suoi protagonisti, il lavoro quotidiano svolto per ridare speranza e consentire a tante donne vittime di violenza di uscirne. Saranno loro ad accompagnare il racconto dal vivo di una donna che grazie alla Rete è riuscita a lasciarsi alle spalle anni di violenze subite e a tornare libera e padrona del suo destino, una donna oggi lavora ed è autonoma, ma non sola.

Il 27 novembre (non il 25 come inizialmente previsto), invece, con il patrocinio della Regione Lazio e del Comune di Latina si terrà – slittato a causa del maltempo previsto per venerdì e sabato – l’evento musicale Notte Arancione (dalle 18) che coinvolgerà direttamente giovani performer, solisti e band delle scuole di Latina pronti ad esibirsi sul palco allestito in Largo Caduti di Nassirya davanti la sede del Comando Provinciale dei Carabinieri di Latina, che per l’occasione sarà illuminato di arancione. Ospite con il suo corpo di ballo, Matilde Brandi con uno spettacolo a tema, presente anche una cantante di X Factor. I negozi del centro resteranno aperti più a lungo per accompagnare l’evento.

La tenente Monica Loforese, Comandante del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia carabinieri di Latina, rappresentante della Rete ha tenuto nell’ultimo anno molti incontri nelle scuole per sensibilizzare gli studenti e per informarli sugli strumenti esistenti per combattere un fenomeno che spesso li riguarda molto da vicino. Che cosa è la Rete Antiviolenza e perché un nuovo appuntamento pubblico, lo ha spiegato lei stessa in occasione della conferenza stampa di presentazione dell’evento

ASCOLTA 

“Esiste un percorso a cui le donne possono accedere e occasioni come questa ci aiutano a raccontarlo a un numero sempre maggiore di persone bisognose di accedervi”, ha spiegato la presidente del Centro Donna Lilith, Francesca Innocenti.

“Quest’anno la campagna di comunicazione ci vede impegnate nella diffusione del motto “leggi i segni”, sono i segni di una possibile e prevedibile violenza domestica e a denunciare”, ha spiegato Celina Mattei presidente del Soroptimist Club Latina.

 

Alla giornata del 24 saranno presenti il Prefetto di Latina Maurizio Falco, il procuratore Aggiunto Carlo Lasperanza, la sostituta procuratrice Martina Taglione e la responsabile della Casa di Rifugio del Centro Donna Lilith Valeria La Valle. Porteranno i saluti istituzionali il comandante provinciale dell’Arma Lorenzo D’Aloia e la presidente del Soroptimist Latina, Celina Mattei. Modererà gli interventi degli studenti che potranno rivolgere le loro domande alla Rete, la professoressa Marina Santoro vice preside del Liceo Majorana.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto