SANGUE INFETTO
L’Avis di Latina rassicura donatori e cittadini

logo-avisLATINA – L’AVIS Comunale di Latina, nella persona del Presidente Massimiliano Bellizia, in replica alle notizie apparse negli ultimi giorni sui media locali, in cui si fa riferimento ai danni da sangue trasfuso infetto; è solidale con tutti coloro che colpiti nel bene più prezioso, tardano ad ottenere il risarcimento loro riconosciuto;

Il presidente Bellizia, tiene a precisare, per correttezza di informazione, ed anche per rassicurare la cittadinanza tutta, che i casi di “infetti da trasfusione” oggetto delle notizie sulle cronache di questi giorni, sono riconducibili ad un periodo che va dagli anni ’60 al 1989. In quel periodo, i test effettuati sul sangue e sui donatori, non consentivano ancora di identificare con la massima efficacia infezioni, molte delle quali allora, non ancora note alla scienza.

Oggi e come accade oramai da parecchi anni, considerata la I Legge Quadro del Sistema Trasfusionale, la 107/1990, l’adozione di protocolli sanitari molto rigorosi, (tra i più rigorosi del mondo) prevedono, una attenta selezione del donatore e screening effettuati su tutte le sacche raccolte, in grado di rilevare tutte le patologie di rischio riconosciute – sono l’assoluta garanzia che “ Il sangue raccolto e trasfuso è sicuro”.

AVIS, in tutte le sue strutture da sempre, è in grado di offrire assistenza ed informazioni sulla sicurezza del sangue raccolto, per una donazione consapevole, sia per il donatore che per il ricevente.

La assoluta sicurezza nelle tecniche adottate per il prelievo, l’assoluta scrupolosità nel rispetto dei protocolli sanitari, sono l’impegno che AVIS vuole mantenere con la sua presenza sul territorio di Latina, grazie anche alla costante opera di sensibilizzazione verso il gesto del dono, ai centinaia di donatori di sangue, plasma e piastrine e all’ impegno di Medici e Infermieri, che ogni giorno cercano di dare soddisfazione al fabbisogno di sangue.

AVIS dunque lancia un appello a tutti i donatori di oggi e di domani di “proseguire nella loro scelta di solidarietà perché, se la fiducia nella ricerca scientifica è futuribile; quella in coloro che donano una parte di se da anni o da domani sono la nostra inesauribile certezza”.

A tal proposito, il presidente Bellizia coglie l’occasione per ricordare, l’importanza della donazione soprattutto durante il periodo estivo anche per far fronte alle crescenti necessità sanitarie.

L’impegno dell’AVIS è quello di adoperarsi per accrescere il numero dei donatori nella nostra città. Grazie a tale impegno possiamo oggi contare su di una consolidata realtà di donatori responsabili che garantiscono la disponibilità del sangue che necessita ai bisogni della città.

I Donatori sono il patrimonio che AVIS ha costruito e che vuole mantenere nel tempo. Di esso gode tutta la città non solo per il valore intrinseco che ha il sangue – elemento indispensabile per la vita e non surrogabile -, ma anche per il contributo che i donatori danno all’affermazione dei valori di solidarietà e corresponsabilità che sono alla base di una società civile.

La presenza dei donatori rende la città di Latina anche più sana, visto che più di seimila persone si sottopongono periodicamente ai controlli sanitari, attuando così una forma di prevenzione che consente la diagnosi precoce di patologie e che si traduce in notevole risparmio di risorse per tutta la collettività.

È per questo che raccomandiamo vivamente ai donatori, ma anche a tutti gli altri, di trovare spazio e tempo per la donazione, perché d’estate c’è veramente più bisogno di sangue e allora….venite a donare sangue ora, in estate è ancora più importante.

Per poter essere donatori è sufficiente: avere 18 anni, pesare almeno 50 Kg, essere in buona salute. L’intervallo minimo tra due donazioni di sangue è di 90 giorni. Gli uomini possono donare 4 volte l’anno, le donne in età fertile 2. Sarà comunque il medico che, nella visita preliminare alla donazione, stabilirà tipologia e frequenza del dono, in base alle specifiche caratteristiche di ciascun donatore.

Ricordiamo che è possibile donare tutti i lunedì, mercoledì, venerdì, domeniche e giorni festivi dalle ore 8.00 alle 11.00 presso il centro di raccolta cittadino di corso Matteotti, 238 o presso il S.I.T. dell’ospedale Goretti tutti i giorni esclusi i festivi. Inoltre ogni prima domenica del mese è possibile donare il sangue presso la sottosezione di LATINA SCALO in Via della Stazione 185 e, ogni seconda domenica del mese presso la sottosezione di BORGO SABOTINO in Via Foceverde; la terza domenica di ogni mese è invece possibile donare presso la sottosezione di BORGO PODGORA.

 

 

 

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto