TRAGEDIA DI PASQUA, CONDANNA PER CARPICO
A velocità folle uccise moglie e marito a Sabotino

Il Tribunale di Latina

Il Tribunale di Latina

LATINA – E’ stato condannato a sette anni di reclusione. E’ questa la sentenza emessa oggi dal Tribunale di Latina nei confronti di Stefano Carpico il giovane di Cisterna che il giorno di Pasqua (lo scorso 31 marzo) mentre era alla guida di una Bmw e sotto l’effetto dell’alcol investì e uccise due persone, marito e moglie entrambi di Latina che erano a bordo di una Golf. In base alle indagini condotte dalla polizia stradale di Latina il 30enne di Cisterna era ubriaco e procedeva ad una andatura di 174 chilometri orari ben  superiore a quella consentita su quel tratto di strada di  via Sabotino a Latina. Nei confronti dell’imputato il pm Gregorio Capasso questa mattina aveva chiesto la condanna a sei anni di reclusione mentre la difesa ha cercato di sradicare le accuse, per Carpico che attualmente si trova ai domiciliari, è arrivata anche la condanna al pagamento di una provvisionale ai familiari delle vittime di 300mila euro. In un primo momento Carpico era finito in carcere in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare, poi il Riesame gli aveva concesso i domiciliari.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto