LEGITTIMO BRIGANTAGGIO
Nuovo cd, concerto a Latina

I Legittimo Brigantaggio

I Legittimo Brigantaggio

PRIVERNO – Uscirà il 4 febbraio “Pensieri Sporchi”, quarto album dei Legittimo Brigantaggio. Il nuovo lavoro arriva a tre anni di distanza da “Liberamente Tratto”, progetto che li ha confermati una delle band folk rock di riferimento in Italia. Ancora da definire le date del nuovo tour, i Briganti terranno il concerto di presentazione ufficiale dell’album sabato 8 febbraio al Sottoscala Nove di Latina.

L’uscita del disco, nei negozi, store digitali e iTunes, sarà accompagnata dal primo singolo “Elisa è Bellissima”, con il featuring di Andrea Satta dei Tetes de Bois ed il cui video vede alla regia Paola Rotasso.  Il disco è stato registrato e mixato all’Einstein Studio di Latina da Ilario Parascandolo e masterizzato al Reference Studio Mastering di Roma da Fabrizio De Carolis.

“In questo nuovo album abbiamo cercato di analizzare gli atteggiamenti prevalenti nella società di oggi. Lo abbiamo fatto nella maniera più carezzevole possibile, cercando di capire i protagonisti dei nostri tempi e senza giudizi affrettati – racconta Gaetano Lestingi, voce della band. – Siamo da tempo sensibili all’argomento ambientale e crediamo che non si debba più sprecare tempo contro la Natura, cercando di mettere invece in pratica stili di vita che abbiano il minore impatto ambientale possibile: la crisi che viviamo potrebbe essere uno stimolo per riconsiderare l’uso smodato delle automobili e per riappropriarsi del diritto al verde pubblico anche attraverso le azioni di guerrilla gardening. Non è stato a tal proposito un caso chiedere ad Andrea Satta, leader dei Têtes de Bois, un featuring per “Elisa è Bellissima”, il brano che più di tutti rivendica questo tipo di approccio: sono diversi anni che i Têtes de Bois organizzano il Goodbike, il cosiddetto palco a pedali, in cui l’energia elettrica per i loro concerti è prodotta interamente dal pubblico che pedala in biciclette collegate a una dinamo. Un altro grande onore è stato quello di avere come ospite nel brano “Usi e Costumi” il performer Antonio Rezza, che recita passi delle proprie opere Pitecus e Fratto X nel suo stile inconfondibile.”

Nell’immagine di copertina, disegnata dal grafico Francesco Cicala, il concetto dell’umiltà è rappresentato da una lumaca che porta sulla groppa il peso labirintico, stanco e tentacolare di una città moderna.

“Siamo davvero contenti di aver collaborato con artisti del calibro di Antonio Rezza e Andrea Satta, persone di una sensibilità e gentilezza estrema – continua Gaetano Lestingi – ed è anche in questo che i featuring sono stati azzeccati: in un disco in cui si parla di umiltà e di ritorno alla dimensione umana, non potevano mancare artisti che nella loro grandezza riescono ad essere esageratamente umili, anti-star, a dare senso alla Bellezza solo e semplicemente con il proprio lavoro. Tra l’altro, Antonio Rezza e Flavia Mastrella hanno vinto il Premio Ubu, il riconoscimento più importante e prestigioso di teatro in Italia. Ci sentiamo piccoli davanti a tanta grandezza e a Rezza il disco è piaciuto: con professionalità rispettabilissima non si è limitato al pezzo in cui doveva registrare la propria voce ma ha voluto ascoltare l’intero disco per sapere se poteva sentirsi a casa, se l’album poteva essere un abito in cui trovarsi a proprio agio”.

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto