Incontri a “campo aperto” per combattere le ecomafie

locandina campo anti mafia
FORMIA – E’ partito il campo antimafia “A campo aperto”, un percorso di incontri, dibatti ed eventi volti a sensibilizzare la popolazione sul tema della legalià. Oggi pomeriggio nel Municipio di Formia, l’assessore all′ambiente, Claudio Marciano, ha accolto la Cooperativa Agricola “Coraggio”, l′Associazione “Da Sud” e i partecipanti all′iniziativa di riqualificazione dei beni confiscati. L′incontro è parte integrante del discorso formativo che il Campo porta avanti nell′ambito del ciclo tenuto da esperti di vari settori. L′agricoltura è stato il tema toccato. La Cooperativa Coraggio di Roma ha intrapreso, infatti, una battaglia per riappropriarsi delle terre pubbliche incolte, restituendole ai giovani agricoltori. Al termine dell′incontro, istituzioni, associazioni e campisti hanno visitato insieme il terreno confiscato oggetto di recupero, situato a Formia in Santa Maria La Noce.
Sabato 26 Luglio la Città di Gaeta avrà l’onore di ospitare Monika Mancini, vedova di Roberto Mancini, combattente silenzioso, uno dei primi poliziotti a battersi contro il flagello delle ecomafie. Nella Terra dei fuochi, palcoscenico del biocidio campano, Roberto, operativo in polizia dagli anni ’80, aveva intuito la gravità del disastro ambientale quando i magistrati iniziavano solo a tastare il terreno infetto e i media non immaginavano le proporzioni dello sfacelo. L’esposizione continuata ai riverberi tossici è certamente la causa principale delle malattie del poliziotto, venuto a mancare lo scorso Aprile. A «Change.org» la moglie Monika affidò un appello: «Spero che le sofferenze che Roberto ha dovuto sopportare per aver servito lo Stato contro le ecomafie in Campania non cadano nell’indifferenza delle istituzioni e dell’opinione pubblica e mi auguro che il suo ricordo possa servire da esempio per tutti coloro che non vogliono arrendersi a chi vuole avvelenare le nostre terre, le nostre vite». E infatti è a Monika che questo campo antimafia vuole mostrare vicinanza e affetto, gridando forte il nome di Roberto e tenendo stretto il ricordo delle sue battaglie, come un faro sempre acceso, per continuare dove Roberto ha dovuto fermarsi. L’incontro avrà luogo nella succursale scolastica sita in Via Vittorio Veneto alle ore 18.30. 

Lunedì 28 Luglio sarà teatro di un doppio appuntamento. Alle ore 15.30 nella succursale scolastica di Via Veneto incontreremo Ignazio Cutrò, imprenditore siciliano sottoposto, assieme alla famiglia, ad un programma speciale di protezione per aver denunciato i suoi estorsori. Con Ignazio, presidente dell’Associazione Nazionale Testimoni di Giustizia, affronteremo il delicato tema della denuncia delle illegalità, cercheremo di capire di più della sua storia e di raccontare il suo coraggio e il suo impegno, frutto dell’indignazione e del rifiuto a qualunque costo di qualsiasi mafia e malaffare. Cutrò ha messo la sua vita a disposizione di tutti, portando avanti una incredibile battaglia affinchè i testimoni di giustizia possano essere assunti nella pubblica amministrazione. “Per non lottare ci saranno sempre moltissimi pretesti, in ogni epoca e in ogni circostanza, ma mai senza lotta, si potrà avere libertà”. E noi questa libertà la vogliamo, per questo non lasciamo sole persone come Cutrò.
Alle ore 18.30 grazie alla Cooperativa Sociale Altri Colori continuerà la campagna “GAETA NON GIOCA D’AZZARDO” iniziata lo scorso aprile dalla Cooperativa Sociale Programma 101 Onlus in collaborazione con il Comune di Gaeta e la Croce Rossa Comitato Locale Sud Pontino. Appuntamento al Bar Chiar Di Luna per lo Slot Mob Riprendiamoci il Gioco! Non combattiamo il gioco, ma l’azzardo, per questo motivo la battaglia parte dal rifiuto della parola “Ludopatia”. Abbiamo scelto un intervento di ludosoccorso: un pulmino carico di giochi veri arriverà a Gaeta per far divertire genitori e bambini! Insomma, tutti in campo contro l’azzardo. Partecipazione gratuita.
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto