Pronto soccorso del Goretti, Caporossi illustra i progetti

Shares

SAMSUNG DIGITAL CAMERALATINA – Il Direttore generale della Asl di Latina parla dei progetti per il pronto soccorso dell’ospedale Goretti (dove alcuni giorni fa un uomo stufo di aspettare ha lanciato un estintore contro la vetrata dell’accettazione). Il manager Michele Caporossi in una lettera fa il punto e indica gli interventi realizzati e soprattutto quelli da realizzare per risolvere le criticità esistenti: “La separazione dei percorsi percorso donna – bambino dal percorso adulti;  15 nuovi letti visita e altre attrezzature in corso di fornitura mentre con il servizio informatica si sta definendo la realizzazione del sistema gestionale ADT (Accettazione – Dimissione – Trasferimento) in grado di ottimizzare i flussi dei pazienti”. Di seguito il testo integrale della lettera

di MICHELE CAPOROSSI 

La Direzione Aziendale in questi giorni di ferie e di afflusso straordinario di turisti nella nostra provincia, esprime un caloroso ringraziamento a tutti gli operatori che si stanno impegnando per far fronte all’emergenza.
Questa Direzione dal suo insediamento non ha mai smesso di impegnarsi per individuare tutte le soluzioni possibili in una situazione difficile sia per le carenze strutturali che per le ben note carenze di risorse umane.
Le nostre strutture riescono anche in queste condizioni di difficoltà e con i disagi inevitabili che spesso le persone sono costrette a subire, a dare una pronta risposta a tutti i problemi di salute, piccoli e grandi, che si presentano presso gli accessi del sistema dell’emergenza urgenza.
Abbiamo fatto rilevare sin dal nostro insediamento avvenuto qualche mese fa, che i miracoli non sono possibili quando gli spazi e i percorsi del Pronto Soccorso non sono adeguati a rispondere alla domanda di prestazioni espressa in questo bacino di utenza.
E’ però un fatto che prontamente la Regione ha riconosciuto il ruolo degli ospedali pontini nella rete regionale e solo poche settimane fa, vi è stata l’assicurazione dei finanziamenti per realizzare il progetto che questa Direzione sta ultimando.
Lo stesso separa il percorso donna – bambino dal percorso adulti, crea le condizioni per la massima fluidità nel ricovero di chi ne ha bisogno e divide con chiarezza le attese per gli eventi meno gravi dagli interventi di urgenza.
Questo scenario ha bisogno dei suoi tempi. Nel frattempo non stiamo lasciando nulla di intentato per attuare ogni intervento, anche minimo, realizzabile subito. Prova ne sia quanto segue: la sera del 14 agosto sono entrati in funzione i monitor informativi che montano un applicativo già sperimentato in altri ospedali in grado di fornire informazioni in merito ai trattamenti in corso al fine di orientare i cittadini in attesa.
Sempre il 14 agosto ho incontrato il nuovo Questore Dr Giuseppe De Matteis con il quale si è condivisa la prosecuzione degli interventi già individuati, alcuni dei quali ancora da realizzare, ed un attento monitoraggio della situazione.
E’ stata anche l’occasione per esprimere apprezzamento per la prontezza dell’intervento della Polizia di Stato in occasione dei noti fatti di cronaca.
La prossima settimana prenderanno servizio due medici in sostituzione di altri assenti per gravidanze. Inoltre sempre nei prossimi giorni verranno consegnati 15 nuovi letti visita ed in seguito altre attrezzature in corso di fornitura.
Con il servizio informatica si sta definendo la realizzazione del sistema gestionale ADT (Accettazione – Dimissione – Trasferimento) in grado di ottimizzare i flussi dei pazienti.
Noi non ci fermiamo ed esprimiamo tutto il nostro apprezzamento per i tanti operatori che continuano a formulare proposte di soluzione ai problemi anzichè mere proteste.
Il Direttore Generale
Dr Michele Caporossi

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto