Tifosi aggrediti, arrestato ultras livornese

L'accusa: lesioni, rapina aggravata e danneggiamento

lo stadio di livorno
LATINA – E’ di un tifoso del Livorno arrestato e 4 denunciati per rapina aggravata, danneggiamento e lesioni il bilancio delle indagini della Questura di Livorno sull’aggressione nei confronti di quattro tifosi del Latina picchiati in un bar a poca distanza dallo Stadio Armando Picchi dove erano andati per il posticipo di serie B. In manette è finito Cristian Del Vivo, 28 anni, di Livorno già conosciuto per reati da stadio, lo scorso marzo aveva finito di scontare il Daspo (Divieto di assistere a manifestazioni sportive). Per lui in arrivo una nuova diffida di 8 anni.
La polizia  ha individuato gli aggressori  grazie alle telecamere dello stadio Ardenza: un riconoscimento che è stato possibile confrontando le descrizioni fornite dalle vittime con immagini dello stadio. I risultati della indagine-lampo sono stati illustrati oggi nel corso di una conferenza stampa a cui hanno preso parte il questore di Livorno Marcello Cardona, il vicario Paolo Rossi, il dirigente dell’Anticrimine Alessandro Belsito, il capo della Digos, Castiglione e la portavoce della questura Angela Amato.
“La questura di Livorno ha accolto e applicato le indicazioni del capo della polizia, cioè di non tollerare in nessun modo episodi di violenza, applicando le nuove sanzioni in materia di reati da stadio che il Governo ha di recente inasprito. Voglio ringraziare lo Slo, la cui collaborazione è stata importantissima, e i mie i agenti che hanno lavorato senza sosta, senza mai dormire. Siamo fermamente convinti che gli eventi sportivi debbano restare tali per il divertimento della gente normale che ha voglia di andare allo stadio e che è la maggioranza. Questa è stata un’aggressione a freddo inconcepibile, un attacco squadrista inaudito nei confronti di persone che stavano consumando una bevanda a un bar prima di un evento ludico come una partita di calcio”. Secondo quanto accertato i quattro tifosi del Latina si sono seduti al Pick bar di Livorno e i ragazzi, sui 25-30 anni, indossavano la maglia del Latina, all’ìimprovviso si sono presentati alcuni tifosi del Livorno che hanno fatto irruzione tra i tavoli. Gli amaranto  hanno intimato ai supporters del Latina di togliersi  e di consegnare loro le maglie. “Altrimenti sono guai”, hanno detto ma al rifiuto dei tifosi pontini, un ultrà amaranto ha colpito con un  pugno al volto uno dei quattro che è caduto. Una volta a terra, il giovane di Latina è stato colpito anche dagli altri 4 livornesi e poi rapinato di maglia e sciarpa. Gli altri tre del Latina, tra cui un poliziotto in borghese fuori dal servizio sono scappati. Il ferito è andato al pronto soccorso e giudicato guaribile in 10 giorni.

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto