politica

Addio Pd, Sabrina Marangon lascia il partito

"Con le primarie l'apice della falsità e dell'opportunismo politico"

Al centro Cozzolino, alla sua destra l'ex segretario comunale Gioacchino Quattrola e Sabrina Marangon

Al centro Cozzolino, alla sua destra l’ex segretario comunale Gioacchino Quattrola e Sabrina Marangon

LATINA – Le primarie non sono piaciute a Sabrina Marangon componente della Segreteria  del Pd di Latina con mandato alle politiche giovanili. “Ho deciso di dimettermi e di ritirare la tessera, ma a più di un mese dalla comunicazione delle dimissioni non ho ricevuto alcuna risposta e, anzi, sono stata più volte convocata per le assemblee comunali quasi a voler significare un rigetto delle stesse che, tuttavia, non ho mai revocato a causa dei gravi motivi politici che le avevano indotte e che non possono più essere taciuti”.
All’origine della decisione le continue lotte intestine, l’ incapacità del Pd di rinnovarsi: “Ma l’apice  – spiega in una nota  – è stato raggiunto con le primarie per la scelta del candidato sindaco : una indecorosa manifestazione di cecità politica, arroganza, intolleranza, falsità ed opportunismo politico che non appartengono alla sottoscritta e di sicuro non sono graditi al cittadino. Con il fallimento delle primarie del 22 novembre sono giunta alla conclusione che la mia esperienza politica con il PD terminava ma che a termine era giunto il PD stesso. La politica non è questa. La politica è condivisione di idee e progetti con la collettività e nell’interesse della collettività”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto