la seduta

Sorpresa in aula consiliare a Latina: un chiodo nel microfono di Fabio D’Achille. “Attacco a Lbc come in Via Tasso”

Il consigliere di maggioranza lo fa notare al Presidente Tassi: "Azione preparata, diamo fastidio"

Shares

microfono-fabio-dachilleLATINA – Avvio con sorpresa questa mattina per i lavori del consiglio comunale di Latina, ma non c’è nulla da ridere. Dal suo banco, il consigliere della lista civica Latina Bene Comune e presidente della Commissione Cultura, Fabio D’Achille ha fatto notare, comunicandolo pubblicamente al presidente dell’assise Olivier Tassi, che nel microfono della sua postazione era stato inserito un chiodo con la punta rivolta verso l’esterno.

“Non so come sia possibile che accada una cosa del genere”, ha detto D’Achille invitando i colleghi a prendere visione del microfono. Di sicuro c’è solo una cosa: non si tratta di uno scherzo, a meno di credere che chi l’ha fatto abbia un pessimo gusto.

L’aula viene usata anche per altri scopi e proprio di recente vi hanno fatto ingresso persone esterne all’amministrazione:  “Sembrerebbe una cosa preparata non credo abbiano trovato per terra un chiodo e improvvisato l’azione – commenta D’Achille – Chi lo ha fatto sapeva quale era il mio banco. C’è da dire che il chiodo era puntato verso l’esterno quindi verso la bocca, un  segnale è particolarmente preoccupante. Voglio sperare che invece il chiodo fosse una citazione del fatto che spesso lo si usa per attaccare i quadri ma io il chiodo lo rivolgo verso il muro e per attaccare opere d’arte. Forse questo secondo attacco ai consiglieri di LBC (il primo insultava il Sindaco proprio nella scuola del consigliere Leotta) dà il senso che il nostro lavoro tra gli scheletri dell’amministrazione comunale sta dando fastidio a qualcuno. La scuola archeologica dimenticata a Le Ferriere ne è un esempio, la torre civica ridotta a una discarica… e tutte le nuove proposte sulla cultura”.

SOLIDARIETA’ – “Un gesto inopportuno e di cattivo gusto, aggravato dal fatto che è stato commesso all’interno del luogo istituzionale per eccellenza. L’Amministrazione Comunale stigmatizza quanto accaduto oggi in aula consiliare al Consigliere Fabio D’Achille che ha trovato piantato nel microfono della sua postazione un chiodo con la punta rivolta verso l’esterno”, nel condannare il gesto, il Sindaco e la Giunta Comunale esprimono piena solidarietà al Consigliere di Latina Bene Comune.

LBC – Latina Bene Comune è solidale con il consigliere Comunale Fabio D’Achille, oggetto questa mattina di un chiaro gesto intimidatorio nell’aula del Consiglio Comunale. Qualcuno ha fatto trovare un chiodo inserito nella protezione del microfono, nella postazione occupata dal consigliere D’Achille, con la punta rivolta verso l’esterno e cioè verso chi avrebbe dovuto utilizzare quel microfono. Un fatto avvenuto nell’aula del consiglio, all’interno della casa comunale, e per questo ancora più grave. “Questo secondo attacco ai consiglieri di Lbc (il primo era costtuito da insulti al sindaco nella scuola diretta dal consigliere Liotta) dà il senso che il nostro lavoro tra gli scheletri dell’amministrazione comunale sta dando fastidio a qualcuno”. Ha detto a caldo il consigliere D’Achille. “Davanti a questi fatti che possono nascondere un ‘messaggio’ – nessuno deve restare solo ha commentato Pietro Gava segretario di LBC, che ha aggiunto: “Fabio non sei solo. Nessuno di noi deve sentirsi solo davanti a ogni tipo di messaggio intimidatorio”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto