di e con Angela Iantosca

BUON ANNO!

Bilanci, somme e moltiplicazioni a fine 2016

Ed eccoci qui ad augurarci ancora una volta un buon anno. A fare bilanci, a tirare righe, a fare somme e moltiplicazioni, provando a dimenticare sottrazioni e divisioni.

Guardo indietro e vedo gli incontri, le sfide, anche l’inizio di questa avventura con RadioLuna. E poi vado ancora più indietro e rivedo quella splendida Giornata della Memoria con più di settemila ragazzi in piazza (diciamo anche diecimila). E poi ancora quella piazza gremita per festeggiare una nuova epoca anche da un punto di vista politico.

Vedo gli 80 anni del Tribunale di Latina, i 20 anni dell’associazione Sempre Verde, vedo Climathon e quell’evento che ha portato Latina ad occuparsi di ambiente in un giorno insieme a Toronto, Miami, Bogotà, San Paolo, Parigi, Zurigo, ma unica nel centro sud Italia. Vedo le impronte di Martino che un giorno troveranno casa, vedo il circolo pieno di gente che ascolta musica… Vedo alcuni arresti, le inchieste che vanno avanti, la giustizia che dimostra di essere capace e vigile, e poi la cittadinanza onoraria al nostro Questore…

Ma vedo anche quello che è successo nel mondo e che ci ha turbato. Ciò che continua a succedere e che a volte ci rende più fragili. Vedo Giulio e quella verità difficile da trovare in Egitto o forse qui e poi Fabrizia e quel destino maledetto. Vedo il terremoto di agosto e la solidarietà di tutta l’Italia. Vedo i bambini che continuano a morire nella Terra dei Fuochi e le morti ingiuste. Ma poi vedo i volontari che si vestono da Babbo Natale e vanno a far sorridere dei bambini che stanno in ospedale. E poi vedo le donne che proteggono altre donne minacciate, chi fa rete, chi crea legami in tutta italia, chi considera gli altri non altro da sé. Poi vedo i bambini di Caivano che sono felici quando gli porti l’acqua del mare calabrese. E quei ragazzi delle superiori che rinunciano alla gita scolastica per andare a Cinisi il 9 maggio e urlare che la mafia è una montagna di merda… E vedo questo paese che cresce grazie a gente di buona volontà giorno dopo giorno. Vedo le crisi di Governo, i referendum, i nuovi Governi, i “soliti accordi”… ma sono una eco lontana. Il Paese reale va avanti, sogna il più possibile, a volte fa fortuna all’estero, ma appena può torna, pianta nuovi alberelli, mette al mondo figli e agisce in un modo che i politici che siedono sugli scranni romani difficilmente vedono…

E allora a tutti voi l’augurio di continuare così. E di continuare a fare tutto questo per amore

Come sempre anche su Radio Luna, con Radio Libera (in onda il mercoledì e in replica il sabato alle 11)

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto