Giudiziaria

Metro Latina, confermato il sequestro di due immobili per l’ex sindaco Vincenzo Zaccheo

E' la decisione del Tribunale del Riesame sul ricorso. Il valore pro quota: 219 mila euro. L'inchiesta della Procura va avanti senza stop

L’allora sindaco Vincenzo Zaccheo presenta il progetto della MetroLatina (foto di Enrico De Divitiis) sindaco

LATINA – Ricorso rigettato per l’ex sindaco di Latina Vincenzo Zaccheo nell’inchiesta sulla metro leggera di superficie, il famoso progetto mai realizzato a Latina, ma che ha lasciato debiti importanti al Comune. I giudici del Tribunale del Riesame hanno confermato il sequestro di due immobili nei confronti dell’ex primo cittadino per un valore complessivo di 219mila euro.

Era stato il gip Giuseppe Cario a convalidare il sequestro d’urgenza disposto dal pm Cristina Pigozzo nell’inchiesta della Procura di Latina che vede indagate altre nove persone per truffa e falso. Il danno ipotizzato dalla Guardia di Finanza, dopo gli accertamenti eseguiti, ammonta a 3 milioni e 600mila euro (liquidati senza che fossero ancora dovuti) e il sequestro per equivalente da parte della Procura riguarda l’intera somma distribuita però tra i dieci indagati tra cui appunto Zaccheo la cui quota è calcolata nei 219 mila euro detti.

Nei prossimi giorni il Riesame si pronuncerà anche sui ricorsi degli altri indagati.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto