cronaca

Fondi, atti osceni nella strada dei podisti, preso il molestatore

Aveva scelto come bersaglio una 60enne che lo ha preso a ombrellate e poi denunciato

FONDI – Passeggiava in una strada di campagna abitualmente percorsa dai podisti quando è stata seguita da un fuoristrada bianco guidato da un giovane che l’ha affiancata e si è fermato per mostrarle i genitali, masturbandosi. La donna, di circa 60 anni, l’ha messo in fuga brandendo l’ombrello, poi, indignata per l’accaduto, non si è persa d’animo ed è andata in commissariato a denunciare i fatti fornendo una descrizione precisa del molestatore e alcuni numeri di targa.

Incrociando elementi noti e banche dati, la polizia è arrivata sotto casa del proprietario dell’auto scoprendo presto che il responsabile degli atti osceni che non era lui, ma il figlio. Per l’uomo (con la depenalizzazione del reato) il responsabile non sarà arrestato, ma potrà essere costretto a pagare una bella somma che va da 5.000 a 30.000 euro. Lo stabilirà il giudice.

Non era la prima volta che il molestatore, un ventenne, entrava in azione, sempre nello stesso modo, senza mai essere denunciato, ma stavolta ha evidentemente sottovalutato il suo bersaglio. La donna ha detto alla polizia di voler evitare il ripetersi episodi sgradevoli  e ha ritenuto fosse suo dovere, prima ancora che suo diritto, segnalare l’accaduto.

1 Commento

1 Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto