pendolari

Via le barriere dalla stazione di Latina Scalo, a fine anno parte la riqualificazione

Il progetto della RFI costerà 9 milioni, manca solo il via libera della Sovrintendenza

LATINA –  Partiranno dopo l’estate e andranno avanti per tutto il 2018  i lavori di riqualificazione della stazione ferroviaria di Latina Scalo. La notizia è di quelle che mettono il buon umore, soprattutto ai pendolari. Saranno innanzitutto abbattute le barriere architettoniche, opera attesissima e scandalosamente in ritardo, sarà realizzato un nuovo sottopasso e ascensori. “E senza incidere sull’efficienza della linea Fl7”, ci tiene a precisare RFI.

Il progetto (che sarà presentato nel dettaglio solo alla vigilia dell’apertura del cantiere) prevede poi l’innalzamento dei marciapiedi a 55 cm secondo lo standard europeo per i servizi ferroviari metropolitani  per facilitare la salita e la discesa dai treni; la riqualificazione del fabbricato viaggiatori e del sottopasso attuale; nuovi impianti di informazione per i viaggiatori e nuova ’illuminazione. In tutto lavori per 9 milioni di euro.

I cantieri saranno aperti dopo l’approvazione del progetto definitivo anche da parte della Soprintendenza, essendo l’edificio di fondazione progettato da Angiolo Mazzoni Del Grande sottoposto a vincolo come  bene culturale
Per non interferire nel regolare svolgimento del servizio ferroviario, gli interventi saranno realizzati per fasi e seguiranno un calendario che terrà conto della mobilità pendolare.

“Rete Ferroviaria Italiana e l’Amministrazione Comunale di Latina  – spiegano dal Comune – hanno convenuto di valutare in sede progettuale la possibilità di realizzare aree dedicate alla mobilità integrata per favorire un più razionale scambio ferro-gomma ed inoltre la riqualificazione dello spazio pedonale antistante la stazione”.

“La riqualificazione della stazione di Latina fa parte di un più ampio progetto  – aggiungono da  Rete Ferroviaria Italiana –  L’obiettivo è quello di trasformare le stazioni in luoghi più accoglienti mediante l’implementazione dei servizi per i viaggiatori e la realizzazione di spazi completamente fruibili ed attrezzati anche per le persone a ridotta mobilità”.

Il progetto – commenta il consigliere regionale del Pd Enrico Forte – intende riconsiderare in modo complessivo la struttura della nostra stazione. La Regione Lazio ha inteso seguire dal principio ogni progetto volto a migliorare la qualità della vita dei nostri pendolari. – conclude Forte – Dietro ognuno di loro c’è una storia di lavoro o di studio che merita di essere presa in considerazione e supportata al meglio da chi ha il compito di legiferare e di rappresentarli.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto