lavori pubblici

Scuole a Latina, ecco come sono messe (male) quelle comunali e quali interventi sono stati fatti

Report dell'assessore Buttarelli sui 74 plessi e 6 asili con casi da codice rosso

Scuola-Primaria-Gionchetto

LATINA – Le scuole comunali di Latina sono messe davvero male. E dov’è la notizia? Anni e anni di interventi spot, forse anche un’ edilizia di scarsa qualità, il tempo trascorso e piove da tutte le parti, In qualche caso non solo in maniera figurata. La novità, però c’è davvero. Infatti, per la prima volta,  il Comune di Latina rende accessibili alle famiglie e ai cittadini attraverso un dettagliato report, informazioni sugli interventi effettuati (in estate) o programmati, o per i quali non si dispone dei fondi, senza che si debba andare a pescare dai documenti contabili o tra gli appalti.  Un report che diffuso prima del 12 settembre avrebbe forse risparmiato all’Amministrazione Coletta qualche accusa di immobilismo.

Il report riguarda 74 plessi e 6 asili ed è stato stilato dal servizio lavori pubblici.

VULNERABILITA’ SISMICA – Tutte le scuole comunali hanno il Certificato di Idoneità Statica, ma non basta perché non è mai stata valutata la vulnerabilità sismica degli edifici alla luce delle nuove classificazioni del territorio. “Per provvedere a tali verifiche, sono stati presi contatti con l’ENEA per la valutazione della vulnerabilità sismica del patrimonio immobiliare e la verifica di opere di alto contenuto tecnologico per l’isolamento sismico dei plessi scolastici strategici”.

IMPIANTI TERMICI  – Gli impianti termici sono in tutto 160, sono stati monitorati uno ad uno e a ciascuno è stato assegnato un codice, sul tipo di quello esistente per il pronto soccorso: rosso, arancione e giallo. Per tenerli d’occhio è stato nominato il terzo responsabile -“soggetto qualificato e in possesso dei precisi requisiti richiesti dalla normativa vigente – che ha il compito di : controllare l’esercizio dell’impianto, effettuare le manutenzioni ordinarie e straordinarie, eseguire le verifiche di efficienza energetica e rispondere davanti alla legge di eventuali inadempienze”. Non vorremmo essere nei suoi panni.

I CODICI ROSSI– “In relazione al grado di criticità riscontrata ad oggi sono stati quasi completati gli interventi classificati in codice rosso, fino all’esaurimento delle limitate risorse economiche disponibili”.  Gli interventi in questione, che sono costati al comune 266 mila euro circa, hanno riguardato la trasformazione da gasolio a gas della caldaia della scuola materna di borgo Montello e della scuola elementare di  borgo Santa Maria; la sostituzione della caldaia della scuola di Tor Tre Ponti, della centrale termica della scuola di Borgo Sabotino, delle canne fumarie e della centrale termica della scuola della Chiesuola e la sistemazione della centrale termica nella scuola materna di borgo Bainsizza.

Allo stato attuale tutti gli impianti sono in grado di poter essere accesi, ma sui codici meno gravi (gialli e arancioni) non sono stati effettuati interventi  e “l’età media degli impianti termici è superiore al loro ciclo di vita”. Le risorse consentiranno comunque di “assicurare la manutenzione ordinaria fino alla data del 15 marzo 2018. per quella straordinaria invece ci sono a disposizione  € 257.270,00.

ANTINCENDIO – E’ stato affidato dal Comune il servizio di attuazione degli adempimenti in materia di prevenzione incendi e sono stati eseguiti lavori  nella scuola materna Viale 18 Dicembre, nella Scuola elementare Chiesuolam nella materna di Via Bucarest, nella primaria di Latina Scalo, nella materna di via Aniene e ancora a Via Legnano e presso la media Corradini in Via Amaseno.

OPERE EDILI –  Recita il rapporto:Oltre ad assicurare gli interventi, sempre compatibilmente con le risorse disponibili, che via via sono stati segnalati, sono stati effettuati i seguenti interventi di manutenzione straordinaria e sistemazione, esaurendo tutte le risorse resa disponibili e contrattualizzate ovvero € 203.280,92 + IVA e oneri”. Dunque è stata ristrutturata la  mensa della scuola materna di V.le 18 Dicembre, adeguati i locali per realizzazione mensa della scuola primaria del Gionchetto, rimodulati gli spazi della media B.go Faiti per realizzare una nuova aula, rifatta la recinzione esterna e sistemati i servizi igienici. Interventi sono stati eseguiti anche a cancelli, bagni, scale e aule in Via Tasso, alla Giuliano, in Via Legnano, in Via Po in Via Bucarest e B.go Bainsizza.

LE GARE IN CORSO  – Le gare in corso sono tre: per la manutenzione delle opere di muratura delle scuole (per €. 152.000,00 + IVA e spese generali); per la manutenzione straordinaria degli impianti termici e antincendio (€. 257.270,00 +IVA e spese generali); e per gli ascensori in Via Po e alla media G. Giuliani (per 97.250,00 IVA e spese generali comprese)

OPERE FUTURE E FINANZIAMENTI ATTESI – Con i fondi stanziati dalla Provincia saranno realizzati due interventi per migliorare l’efficienza energetica degli edifici scolastici comunali di Borgo Faiti e Via Bachelet. Mentre grazie a finanziamenti regionali, con appalti che sono già in corso, saranno adeguati alle norme di sicurezza (antincendio, vie d’esodo, ecc.) le scuole di Via Pasubio e Via Milazzo per un totale 700mila euro circa.

Alla Regione Lazio è stata anche inoltrata domanda per per la concessione di finanziamenti europei da destinare agli edifici scolastici: € 1.145.610,00 per la Prampolini, € 912.888,00 per la Mazzini di Borgo San Michele; 1.141.900,00 per  Via Sezze e € 1.444.727,00 per la Corradini.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto