la sentenza

Il Tar stoppa i no-vax: respinto il ricorso di una mamma di Latina contro il diniego di iscrizione a scuola

La Giuseppe Giuliano aveva negato l'accesso alla scuola dell'infanzia per il minore non vaccinato

LATINA – Bambini e ragazzi non vaccinati non possono essere iscritti a scuola. Il Tar ribadisce il concetto respingendo il ricorso di una mamma di Latina (convinta che i vaccini siano dannosi), che si era vista negare l’iscrizione all’istituto Giuseppe Giuliano. Contro quel diniego, la donna si è rivolta al Tribunale amministrativo per lamentare “un danno grave e irreparabile” al diritto della figlia di frequentare la scuola dell’infanzia. I giudici hanno motivato il rigetto della richiesta di sospendere in via cautelare l’atto di diniego della scuola, sottolineando che il danno non è grave e irreparabile perché l’impedimento può essere rimosso adempiendo a quello che è oggi un obbligo di legge: vaccinare i propri figli, anche a tutela del resto della comunità scolastica. La signora è stata condannata inoltre al pagamento di 1000 euro di spese di giudizio.

E a proposito di vaccini vale la pena ricordare che l’attestato vaccinale si può scaricare dal sito della Asl di Latina nella sezione VacciniAmo dove si trovano anche tutte le informazioni necessarie. Per i bambini non vaccinati – ricorda la Asl di Latina – in caso di rifiuto ad ottemperare all’obbligo vaccinale anche dopo il colloquio presso il Centro vaccinale ovvero in mancanza di effettuazione (salvo giustificati motivi)  delle vaccinazioni secondo il programma concordato in occasione del colloquio, il centro provvede a predisporre, senza altro preavviso, quanto necessario a comminare la sanzione amministrativa pecuniaria.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto