conoscenza e prevenzione

Registro tumori, approvato il regolamento

La giunta della Regione Lazio ha dato il via libera al testo che dovrà ora passare in Commissione

LATINA – La giunta regionale del Lazio ha approvato il Regolamento del Registro dei Tumori. Uno strumento prezioso che a Latina esiste già dal 1982 e che ora si estenderà a tutta la Regione Lazio. Serve a raccogliere dati sull’incidenza, la mortalità, la sopravvivenza e la prevalenza dei tumori. Attraverso il registro si possono anche svolgere studi epidemiologici sui fattori di rischio e sugli esiti degli interventi di diagnosi precoce. E ancora, descrivere il rischio della malattia per sede e per tipo di tumore, età, genere ed ogni altra variabile di interesse per la ricerca scientifica.

Il regolamento deve ora passare all’esame della Commissione Consiliare competente, ma ha già avuto l’ok dell’Autorità del Garante della Privacy in relazione alla gestione dei dati sensibili.

Il Registro dei Tumori è gestito dal Dipartimento di Epidemiologia della Regione Lazio in accordo con la Direzione Regionale Salute. Raccoglierà i dati provenienti dall’Istituto Nazionale Tumori Regina Elena; dalle Asl delle province; e per quanto riguarda i tumori infantili al DEP (il Dipartimento di Epidemiologia del Servizio Sanitario Regionale del Lazio) che  contribuiscono ad alimentare la Banca dati del Registro.

“Con l’istituzione del regolamento dei registro dei tumori – spiega il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti – si compie un passo in avanti significativo per allineare il Lazio nelle buone pratiche in un’ottica di conoscenza e prevenzione dei tumori”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto