il 19 maggio

Latina, Piazza del Popolo circuito per Formula Eco: torna la gara degli ecokart

Il professor Favale: "La sfida tra le scuole superiori per dare nuove forme allo sport"

LATINA – La zona a traffico limitato di Latina si trasforma in pista per veicoli Formula Eco. Sabato 19 maggio (dalle 17) l’appuntamento è con gli Eco Kart spinti dagli studenti delle scuole superiori di Latina: Grassi, Maiorana, Alighieri, Galilei-Sani, Mattei, Einaudi e Marconi si contenderanno, a forza di braccia, gambe e scaltrezza di guida,  il 3° Ecokart Challenger città di Latina  1° trofeo Friendely games. L’allenamento è cominciato nelle palestre delle rispettive scuole dove i ragazzi si stanno preparando a spingere le vetture senza motore, realizzate a mano e perfezionate nel corso degli anni. “Il progetto EcoKart Challenger  – spiega il professor Giuseppe Favale  del Grassi di Latina che lo ha ideato – nasce dall’idea di dare nuove forme allo sport e creare un’iniziativa ecosostenibile”. Galeotto fu l’Erasmus.

LA GARA – La gara, come nelle edizioni 2016 e 2017, è una staffetta su macchinette senza motore spinte da due ragazzi e guidate da un pilota. “Le sfide  – spiega ancora Favale – consistono in vere e proprie gare automobilistiche, dove i veicoli non sono altro che go-kart ecologici forniti dall’organizzazione, il motore non è altro che due atleti che spingono il veicolo verso l’arrivo, mentre il pilota manovra l’ecokart lungo la pista disegnata nella zona chiusa al traffico tra Piazza del Popolo (lato destro), via Diaz , Corso della Repubblica, via Eugenio di Savoia e via Pio VI”.

LE DUE SFIDE – Un percorso prevede il cambio degli atleti che spingono con 3  Pit-Stop. Il percorso con i Pit Stop è lungo circa 1,2 km. I cambi sono disposti ad una distanza di 200/300 m gli uni dagli altri. Vince chi arriva prima al traguardo. La gara è a tempo.
Lo sprint invece si chiama “ ½ miglio” in velocità. Due Eco-Kart (a sorteggio) si sfideranno fino al raggiungimento della finale per il 1° posto.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto